Cronaca

Sempre più biglietti venduti per bus e tram, dati positivi per Amat nel 2016

I numeri relativi al primo trimestre dell'anno appaiono incoraggianti. Staccati a gennaio oltre 100 mila ticket in più, 128 mila a febbraio. Orlando: "Lavoriamo con il Governo per nuove idee. La situazione per Amat non è drammatica come viene dipinta"

(foto archivio)

Numeri incoraggianti sulla vendita di biglietti e abbonamenti Amat nel primo trimestre 2016. Il dato relativo ai ticket ordinari per bus e tram, rispetto all’anno precedente, cresce del 22% (+233 mila) e a marzo continua il trend positivo delle obliterazioni a bordo dei tram. Il tutto accompagnato da un considerevole aumento (+17%) degli abbonamenti. Queste le informazioni comunicate dall’Amministrazione che spiega: "Rispetto al 2015, il nuovo anno si è aperto con aumenti considerevoli di vendita dei ticket ordinari. A gennaio infatti sono stati staccati 100 mila biglietti in più, 128mila a febbraio. A marzo l’aumento dei biglietti venduti è stato di un punto e mezzo rispetto allo stesso periodo del 2015, ma con il record nel trimestre: oltre 462 mila biglietti venduti".

Ottimo sarebbe anche l’andamento delle obliterazioni a bordo dei tram. "A marzo sono state registrate 146.800 vidimazioni, cioè il 15,6% in più rispetto a febbraio (126.928) e il 55,1% in più rispetto a gennaio (94.636). A questi numeri andrebbero sommate le obliterazioni virtuali di coloro che viaggiano sul tram con i biglietti obliterati a bordo dei bus e gli abbonati, che sono una platea ampia (a marzo c’è stato l’aumento del 17% di abbonamenti emessi). Tutti questi dati sono ulteriormente confermati - aggiungono - dall'aumento dei chilometri percorsi e dal decremento delle corse saltate, con un importantissimo segnale che viene dalle zero corse saltate per assenza del personale”.

Sono seimila chilometri in più quelli percorsi dal tram in esercizio: dai 68 mila di febbraio si è passati a 74 mila di marzo. Le corse saltate sono scese al 9,5% rispetto al 12% registrato lo scorso febbraio e al 15% di gennaio. E le cause sono sempre ed unicamente state dovute a fattori esterni al servizio. "I dati sull’andamento positivo delle vendite dei biglietti e il consolidamento del servizio tram sono elementi molto incoraggianti - commenta Gianfranco Rossi, direttore generale dell’Amat - e smentiscono categoricamente i fantasiosi numeri di chi in queste ore ha diffuso dati del tutto errati sulla operatività del tram e sulla vendita di biglietti”.

"Da dicembre - commenta il sindaco Leoluca Orlando - decine di migliaia di palermitani stanno sempre più toccando con mano l'alternativa all'auto privata ed utilizzano il tram per raggiungere il centro città dalle periferie e viceversa. Un servizio che, combinato con bike e car sharing offre davvero l'alternativa sostenibile in città. Non è un caso che con il Governo nazionale stiamo lavorando proprio allo sviluppo di ulteriori linee di trasporto su ferro, per raggiungere tutta la città. Allo stesso tempo - conclude il Sindaco - questi dati confermano che lo stato di salute dell'Amat, cui l'Amministrazione dedica ovviamente la massima attenzione, non è così drammatico come viene dipinto e che piuttosto che creare allarmismi serve lavorare in modo collettivo per instaurare un rapporto positivo fra Amministrazione, lavoratori e utenti del servizio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sempre più biglietti venduti per bus e tram, dati positivi per Amat nel 2016

PalermoToday è in caricamento