Autobus colpito da un proiettile allo Zen 2: "Periferie di Palermo abbandonate"

Lo sfogo del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Igor Gelarda: "Questa città non è solo il centro storico e il percorso Unesco, purtroppo i sobborghi vivono in uno stato di quasi totale abbandono"

Via Guerra allo Zen

Un piano sicurezza per scongiurare episodi di criminalità come quello di martedì pomeriggio allo Zen 2, quando un autobus è stato colpito da un proiettile mentre stava transitando in via Learco Guerra. "Certamente è inconcepibile che un autobus di linea, con persone a bordo, venga danneggiato da un colpo di carabina - dice il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Igor Gelarda -. Eppure in una città eccitante come quella in cui viviamo, è accaduto ciò . E non è neanche la prima volta che autobus di linea vengano danneggiati in vario modo. Ovviamente è necessario un potenziamento delle forze dell'ordine in città. Un piano sicurezza elaborato a livello ministeriale, con maggiori dotazioni e uomini in divisa, non può che aiutare una città come Palermo, ricca di contraddizioni molto antiche. Tuttavia è innegabile che fenomeni come questi, e altri simili , sono frutto di un sostanziale abbandono delle periferie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Zen 2, autobus colpito da un proiettile

Gelarda-3Il fatto si è verificato martedì, intorno alle 18.30. L’autista aveva appena svoltato per via Learco Guerra e si era fermato quando ha sentito qualcosa infrangersi contro uno dei vetri lato conducente. Dopo aver chiesto l’intervento dei carabinieri, il dipendente Amat si è diretto verso l’autoparco di via Roccazzo e ha raccontato l’accaduto ai suoi superiori. Poi la denuncia alle forze dell’ordine. "Questo non è solo un fenomeno collegato alla sicurezza, qui siamo di fronte ad un problema culturale e sociale. Cominciamo con l'accettare - continua Gelarda - che Palermo non è solo il centro storico e il percorso Unesco, e renderci conto che le periferie, i sobborghi vivono in uno stato di quasi totale abbandono. Dove i giovani non hanno alcuna speranza di inserimento nel mondo del lavoro, poche di inserimento sociale e hanno difficoltà a incontrare lo Stato".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento