Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Bara All'Olivella

Non viene pagato e si "vendica" rigando l'auto: denunciato posteggiatore abusivo

L'episodio è accaduto in via Bara all'Olivella. Un ragazzo di 23 anni era andato ad assistere a uno spettacolo al Teatro Massimo. Al ritorno l'amara sorpresa raccontata a PalermoToday e alla polizia: "Contro di noi insulti, minacce ...e quei graffi freschi"

L'auto danneggiata

"Aiuta" un automobilista a posteggiare e in cambio chiede dei soldi, davanti al "No" reagisce male: prima minacce, insulti, poi i graffi all'auto. L'episodio, accaduto in via Bara all'Olivella, però non passa sotto silenzio. I proprietari della vettura raccontano tutto a PalermoToday e poi formalizzano il loro racconto anche alla polizia. Così oggi per S.G., 45 anni, è scattata la denuncia per i reati di violenza privata e di danneggiamento aggravato.

I fatti risalgono allo scorso weekend. "Sono andato a vedere I Puritani di Bellini con mia madre e mia sorella - aveva raccontato la vittima a PalermoToday -. Siamo arrivati verso le 20.15 e abbiamo parcheggiato la nostra auto in via Bara all'Olivella, a pochi metri da Palazzo Branciforte. Improvvisamente è uscito un uomo da un portone con cappellino e marsupio. Ci ha accennato come fare manovra per posteggiare. Lui ha borbottato qualcosa, noi però lo abbiamo lasciato sbattere. A quel punto ci ha insultato, ma lo abbiamo ignorato e siamo andati al Teatro Massimo". 

Una volta terminato lo spettacolo e tornati all'auto, l'amara sopresa: graffi "freschi" sulla carrozzeria, davanti, dietro e sulla fiancata. "Sarà stato il cane.. " , la risposta dell'uomo davanti alla richiesta di spiegazioni.  

I poliziotti della sezione investigativa del commissariato Oreto, una volta raccolta la denuncia, hanno analizzato le immagini catturate da alcuni sistemi di videosorveglianza della zona. "Da qui - spiegano dalla questura - hanno ottenuto un chiaro riscontro della presenza dell’uomo in quel luogo la sera dei fatti, giungendo inoltre alla sua identificazione perchè già noto come abituale parcheggiatore abusivo". Il posteggiatore ha confessato di essere il responsabile del danneggiamento e ha consegnato ai poliziotti il cappellino che indossava quella sera. Ha anche ammesso inoltre di essersi disfatto degli abiti che indossava, temendo di potere essere riconosciuto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non viene pagato e si "vendica" rigando l'auto: denunciato posteggiatore abusivo

PalermoToday è in caricamento