Milano, l'autista palermitano è ubriaco: 66 parrocchiani in gita devono cambiare bus

L'uomo è stato fermato dalla polizia stradale per un controllo nell'area di servizio di San Zenone. Stava accompagnando in gita degli anziani di una parrocchia del Modenese

L'autista del pullman è ubriaco e 66 parrocchiani in gita sono costretti a cambiare bus. Protagonista della vinceda un palermitano che in seguito a un controllo effettuato dalla polizia stradale nell'area di servizio di San Zenone (Milano), è risultato positivo all'alcol test con un tasso dello 0,66 g/litro. E' successo ieri mattina intorno alle 9. All'uomo è stata ritirata la patente e gli è stata comminata una multa.

Il palermitano, alla guida di un bus granturismo, secondo quanto riporta il Corriere della Sera si è giustificato così: "Ho bevuto solo un bicchiere ieri sera". L'uomo stava accompagnando in gita 66 anziani di una parrocchia del Modenese a visitare il parco naturale del Sacro Monte del Varallo. Gli agenti però non hanno creduto alla versione del palermitano.

Il controllo è avvenuto mentre almeno la metà dei parrocchiani stava facendo colazione in un autogrill, mentre l'uomo aspettava di ripartire seduto al suo posto di guida. Per lui, oltre al ritiro con sospensione della patente, è scattata una decurtazione di 10 punti e una multa da 700 euro, oltre al rischio di licenziamento. La gita è proseguita con circa due ore di ritardo con un altro autista su un altro pullman.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a San Lorenzo, donna accusa malore e muore fuori da un locale

  • Era scomparso giovedì, 40enne ritrovato in centro: "Ha già abbracciato le sue bimbe"

  • Papà di tre bimbe sparisce nel nulla, ore di angoscia per i familiari di Alfonso Bagnasco

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

  • Produce documenti falsi per percepire il reddito di cittadinanza: denunciato

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

Torna su
PalermoToday è in caricamento