Aumenti tariffe acqua, class action degli amministratori di condominio: "Nuovi obblighi ci penalizzano"

In caso di dichiarazioni mendaci da parte dei condomini "non possiamo essere noi a risponderne penalmente e civilmente". Così l'Unai, che contesta la "raccolta dei dati riguardanti la composizione numerica dei nuclei familiari"

Una class action "per tutelare la posizione e l'onorabilità della figura dell'amministratore di codominio" in seguito all'aumento delle tariffe del servizio idrico, stabilite dall'Amap sulla scorta delle deliberazioni dell'Assemblea territoriale idrica (Ati) e dell'Arera (l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente).

L'Unai (Unione nazionale amministratori d'immobili), assistita dall'avvocato Francesca Paola Quartararo, contesta "i nuovi obblighi" in materia di "raccolta dei dati riguardanti la composizione numerica dei nuclei familiari". Il motivo? In caso di dichiarazioni mendaci da parte dei condomini la "responsabilità ricade penalmente e civilmente sugli amministratori. Il che esula dalla nostra attività".

La class action, riferisce l'Unai, "è aperta a tutte le associazioni di categoria e singoli amministratori che vogliano tutelare la propria posizione. Basta inviare una mail a fp.quartararo@gmail.com oppure unaipalermo@gmail.com". L'azione legale prevede d'impugnare tutte le delibere emanate dai vari enti e quindi, in prospettiva, potrebbe incidere anche sull'aumento retroattivo delle tariffe. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento