Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Chiude Auchan dopo 30 anni: dipendenti in lacrime, i clienti applaudono

Si sono abbassate in questo modo le saracinesche dell'ipermercato. Da domani, 7 settembre, Pianeta Cospea, società di totale proprietà di Pac 2000, diventa proprietaria degli spazi, ma con una superficie ridotta

 

Circa 180 dipendenti in lacrime, gli applausi dei clienti. Si sono abbassate così - ieri pomeriggio - le saracinesche dell'ipermercato Auchan di Palermo nel centro commerciale Conca D'oro. La chiusura è arrivata dopo 30 anni: c'era una volta infatti Città Mercato in via Ugo la Malfa, poi è arrivata Auchan con i lavoratori che dal 2013 si erano trasferiti nei nuovi locali.

"Da domani, 7 settembre, Pianeta Cospea, società di totale proprietà di Pac 2000, diventa proprietaria dell'ipermercato ma con una superficie ridotta: 6.100 metri quadrati contro gli attuali 9.300 - si legge in una nota -. La trattativa con le organizzazioni sindacali è ancora in corso ma l'azienda ha già chiamato i lavoratori che verranno trasferiti a Pianeta Cospea: circa 120 su 172. Dunque 52 lavoratori al momento rimarranno alle dipendenze di Margherita Distribuzione e in cassa integrazione".

"La Uiltucs - spiegano dal sindacato - al tavolo delle trattative ha chiesto criteri certi ed oggettivi nella scelta dei lavoratori da trasferire e un maggiore impegno da parte di Pianeta Cospea a integrare il numero di lavoratori da assumere. E' stato chiesto di considerare per l'organico delle superfici residue (3.200 metri quadrati) i lavoratori non assunti da Pianeta Cospea". E proprio su quei 3.200 metri quadrati ci sono trattative in corso: si parla di grandi gruppi a livello nazionale e internazionale .

Il segretario generale Uiltucs Sicilia, Marianna Flauto, chiede a Pianeta Cospea "uno sforzo aggiuntivo perché 120 lavoratori su 6.200 metri quadrati sono pochi. Se si trovasse una soluzione in tal senso i lavoratori residuali potrebbero essere garantiti nelle superfici residue la cui licenza rimane in capo a Margherita Distribuzione che verrebbe ceduta ai subentranti attraverso una procedura di cessione di ramo d'azienda che garantirebbe il passaggio dei lavoratori non assunti da Pianeta Cospea ma una parte potrebbe essere interessata  ad una procedura che prevede l'esodo volontario e incentivato ed il prepensionamento. Tutte soluzioni che al momento Margherita Distribuzione non ha messo in campo nei tempi che sarebbero stati necessari".

"Era necessario più tempo per affrontare questa situazione, adesso ci aspettiamo che si possa continuare con l'esame congiunto e trovare una  soluzione condivisa - prosegue Flauto -. La Uiltucs non ritiene possa essere una soluzione un percorso di ricollocazione presso altri associati Conad che non dà alcuna garanzia ai lavoratori sia dal punto di vista contrattuale che logistico, ma tenere vincolati i lavoratori alla licenza che rimane in capo a Margherita Distribuzione sarebbe una garanzia per i lavoratori. La Uiltucs chiede la prosecuzione del tavolo già da domani. In assenza di una soluzione condivisa non escludiamo iniziative sindacali. Va definito un percorso che garantisca tutti i livelli occupazionali".

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento