menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attentato di Berlino, il dolore di Orlando: "Come se fosse stata colpita Palermo"

Lettera di cordoglio del sindaco agli ambasciatori italiani: "Forti legami uniscono Palermo e la Sicilia alla Germania". A Palazzo delle Aquile e Palazzo Comitini bandiere a mezz'asta

I due gravissimi attentati di Ankara e Berlino delle scorse sono stati oggetto di due lettere che il sindaco Leoluca Orlando ha inviato agli Ambasciatori in Italia della Federazione Russa e della Repubblica Federale di Germania, Sergey Razov e Susanne Marianne Wasum-Rainer.  

Nella prima, il sindaco ha espresso la "costernazione e la vicinanza alla Federazione Russa, della Comunità di Palermo e personale per l’assassinio del Signor Ambasciatore ad Ankara S.E. Andrey Karlov", pregando l'ambasciatore russo a "farsi interprete del partecipe cordoglio della mia Città presso il Governo del Suo importante Paese e presso i familiari"  Nella seconda lettera indirizzata all'Ambasciatrice di Germania, il sindaco Orlando sottolinea come "la notizia del terribile attentato terroristico a Berlino, che ha comportato la perdita di numerose vite e molti feriti, ha colpito profondamente la Comunità di Palermo, sia per l’efferatezza dell’atto sia per i forti legami che uniscono Palermo e la Sicilia alla Germania. Contro inermi cittadini anche questa volta, viene indirizzata una violenza disumana che come tale ci coinvolge e ci colpisce come se fosse stata perpetrata contro la nostra stessa Città e contro i nostri stessi familiari".

Anche in questo caso il primo cittadino palermitano ha espresso all'Ambasciatrice tedesca "di farsi interprete di questi sentimenti e della commossa vicinanza di Palermo, presso il Governo del Suo importante Paese, la Città di Berlino e presso i familiari delle vittime".  

Commentando i gravissimi attentati di Ankara e Berlino il sindaco Leoluca Orlando ha detto: "Palermo è da sempre contro ogni violenza, contro ogni terrorismo di qualsiasi matrice. La vita umana è sacra e inviolabile e la nostra comunità sarà sempre a fianco di tutti coloro che sono vittime di violenza". 

Alle 18 si spegneranno per un minuto tutte le luci pubbliche di via Maqueda, del Teatro Massimo, di Palazzo delle Aquile, della fontana di piazza Pretoria, di Palazzo Comitini e del Palazzo delle Ferrovie. Il coro della polizia municipale, che si esibisce al Massimo, interromperà l'esecuzione per un minuto di silenzio. A Palazzo delle Aquile e Palazzo Comitini bandiere a mezz'asta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento