Cronaca Piazza Verdi

Palermo si stringe a Parigi: il Massimo si illumina di blu, bianco e rosso

Centinaia di persone hanno manifestato la loro solidarietà al popolo francese, presenti alcuni immigrati arabi con le famiglie. Intonata la Marsigliese. In aeroporto commozione all'arrivo dei palermitani da Parigi. E in 40 decidono di non partire

Il teatro Massimo illuminato coi colori della bandiera francese

C'è chi è arrivato con una bandiera francesce, chi con il volto dipinto del tricolore transalpino. A terra uno striscione dei sindacati: "Solidarietà al popolo francese. Non al terrorismo", che in pochissimi minuti si è riempito di fiori e candele. Poi il Teatro Massimo è stato illuminato con fasci di luce che compongono il "drapeau". Così circa 500 persone hanno manifestato a Palermo contro gli attentati terroristici di Parigi. Tra la folla anche alcuni immigrati arabi con le famiglie. Momenti di commozione quando è stato intonato l'inno della Marsigliese.

Il sit in è stato promosso dalla Consulta delle culture e dall'Amministrazione comunale. Erano presenti il presidente della Consulta, Adham Darawsha con una delegazione di consiglieri, gli assessori della Giunta comunale, diversi rappresentanti di sindacati e associazioni, il Sovrintendente del Massimo Francesco Giambrone e in direttore del Biondo Roberto Alajmo. Parlando a nome dell'Amministrazione, gli assessori Arcuri e Catania hanno sottolineato il messaggio di unità e fermo rigetto di ogni forma di violenza che viene dalla manifestazione, mentre il Presidente della Consulta ha rimarcato il fatto che tutte le comunità etniche e religiose presenti nella nostra città sono oggi vicine al popolo francese, rifiutando qualsiasi forma di integralismo religioso, contrario ai fondamenti dell'Islam.

La giunta comunale ha anche deciso che fino a lunedì siano esposte a mezz'asta le bandiere in tutti gli uffici comunali. Per la giornata di lunedì è stato dichiarato il lutto cittadino. Inoltre gli spettacoli teatrali saranno preceduti da un minuto di silenzio. "Mai come ora - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - è necessario mostrare solidarietà e coesione nel rifiutare qualsiasi forma di violenza e di estremismo barbaro".

LEGGI ANCHE: IL RACCONTO DEI PALERMITANI A PARIGI: "BARRICATI IN UN RISTORANTE"

IN AEROPORTO - E momenti di commozione ci sono stati anche all'aeroporto Falcone-Borsellino. Abbracci e lacrime all'arrivo dei passeggeri del volo proveniente da Parigi a poche ore dagli attentati. Tantissimi palermitani sono tornati da Parigi, dove erano in vacanza, e sono stati accolti dai familiari. C'è chi ha riabbracciato il figlio e chi ha potuto vedere in viso la sorella o i genitori. Dopo le ore di angoscia passate al telefono o su Facebook. Alcuni passeggeri del volo Palermo-Parigi della Ryanair delle 10.40 hanno deciso di non partire: su 189 previsti sull'aereo, ne sono partiti solo 148.



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo si stringe a Parigi: il Massimo si illumina di blu, bianco e rosso

PalermoToday è in caricamento