Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Libertà / Via Nunzio Morello

Ancora attak nei lucchetti, bloccato l'ingresso di una merceria di via Nunzio Morello

All'episodio segnalato dal titolare di un negozio da parrucchiere di via Rapisardi si aggiunge la denuncia di un'altra commerciante che ha aperto da pochi mesi. Indaga la polizia

Colla nei lucchetti della saracinesca (foto archivio)

Colla nei lucchetti di una merceria di via Nunzio Morello. Alla denuncia di un parrucchiere che ieri ha contattato la polizia dopo aver trovato l’ingresso della sua attività bloccato con l’attak, si è aggiunta la segnalazione di una commerciante che pochi mesi fa ha aperto nella stessa zona. Anche lei ieri, provando ad aprire la saracinesca, si è accorta della presenza di una patina di colla ormai secca che bloccava il catenaccio.

Sono due gli episodi sui quali adesso indagano gli investigatori del commissariato Libertà che, dopo i rilievi della Scientifica e l’analisi dei sistemi di videosorveglianza piazzati nei paraggi, cercheranno di chiarire chi o cosa possa celarsi dietro l'accaduto. L’attak nei lucchetti o nelle serrature, infatti, è uno dei più "classici" metodi che gli uomini del racket utilizzano per lanciare un messaggio a imprenditori e commercianti.

I titolari di entrambi le attività, alle domande dei poliziotti, hanno precisato di non aver mai ricevuto alcuna richiesta estorsiva né altri messaggi inequivocabili. Un po’ come i gestori di due bar che, esattamente un anno fa, hanno subito un trattamento simile. Prima al bar La Cubana a cui è stato incendiato un ombrellone posto sul marciapiede di via Libertà. Poi, a distanza di poche ore, in un secondo bar: il Babylon di via D’Annunzio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora attak nei lucchetti, bloccato l'ingresso di una merceria di via Nunzio Morello

PalermoToday è in caricamento