Donne che sostengono donne, "atelier sociale" al Centro aniviolenza Lia Pipitone

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Centro Antiviolenza "Lia Pipitone", che da anni si occupa di contrastare la violenza di genere, avvia un "Atelier Sociale", laboratorio di incontro, formazione, creatività, lavoro, "imprenditorialità" e prevenzione dall'esclusione sociale, che crei ex novo un piccolo tessuto sociale per ridare colore alla speranza attraverso il "fare", il "condividere" e il "diventare visibili". Il laboratorio accoglierà "donne che sostengono donne", donne che ogni giorno raccontano le loro storie come "contenitori" di emozioni e di esperienze di vita, creando quell'atmosfera in cui ognuna può trovare la propria identità e riconoscersi parte di una comunità.

Le donne dell'atelier sociale, con l'aiuto di esperti che forniranno loro consulenza e sostegno, si specializzeranno nella creazione e realizzazione di un accessorio che rappresenti sia la loro storia di "donne libere" sia il passaggio da "ciò che sono a ciò che vogliono diventare", appropriandosi consapevolmente del proprio potenziale. Il laboratorio inizierà il 19 settembre 2016 presso i locali dell'associazione Millecolori onlus dove ha sede il Centro antiviolenza "Lia Pipitone".

Torna su
PalermoToday è in caricamento