rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

L'impegno Schifani e Falcone: "Ex Pip nelle partecipate per colmare eventuali vuoti d'organico"

Entro 15 giorni verrà effettuata la ricognizione dei 2.500 lavoratori del bacino per l'assunzione nelle 13 società regionali. L'annuncio del governatore Schifani e l'assessore all'Economia Falcone dopo un incontro coi sindacati. Cisal: "Finalmente un percorso che ci consentirà di chiuderà una lunga stagione di precariato"

Il governo regionale si è impegnato ad effettuare entro 15 giorni una ricognizione dei 2.500 lavoratori ex Pip con l'obiettivo di "verificare eventuali vuoti di organico nelle 13 società partecipate regionali che possano essere colmati attingendo da questi precari".

Così il governatore Renato Schifani e l’assessore all’Economia Marco Falcone hanno incontrato oggi a Palazzo d’Orléans una delegazione di lavoratori del bacino ex Pip e i loro rappresentanti sindacali. "Abbiamo già avviato - dicono Schifani e Falcone - una due diligence sui profili presenti e sui posti disponibili. A seconda delle richieste che arriveranno dagli enti, potremo riuscire, in una prima fase, a ridurre intanto il numero di precari ancora nel bacino. Nel frattempo, a Roma, tratteremo per il superamento dei tetti di spesa previsti dall’accordo Stato-Regione, un vincolo tuttora vigente che ci limita. Il governo regionale sta già facendo tutto quanto è nelle proprie immediate possibilità per risolvere questa decennale pagina di precariato e non cesseremo di interloquire con il governo nazionale fino a quando non si troverà una soluzione definitiva e sostenibile che restituisca dignità professionale a tutti questi lavoratori".

"L'impegno preso questo pomeriggio dal governo Schifani avvia finalmente il percorso che ci consentirà di chiuderà una lunga stagione di precariato". Lo dicono Nicolò Scaglione e Mimmo Russo della Cisal a margine dell’incontro fra il governatore Renato Schifani, l’assessore al Bilancio Marco Falcone e le organizzazioni sindacali sulla vertenza ex Pip. "Abbiamo chiesto con forza l’attuazione dell’articolo 25 della legge 16 del 2022 - spiegano Scaglione e Russo - che prevede l’assunzione nelle partecipate e per il quale è stato istituito un tavolo tecnico presso l’assessorato al Bilancio, con una convocazione per giovedì prossimo, ponendo anche l’esigenza di affiancare un iter di accompagnamento volontario alla pensione. Il governo si è inoltre impegnato a verificare, nella prossima Finanziaria, un adeguamento del sussidio dei lavoratori su base Istat".

Per Marianna Flauto segretario generale della Uiltucs Sicilia ed Enrico Malerba della segreteria regionale "dopo tutti questi anni speriamo in una soluzione concreta che dia stabilità e soprattutto un futuro certo a questo bacino di lavoratori".

"Abbiamo chiesto che tutti i lavoratori firmino il contratto nello stesso momento senza disparità nelle tempistiche. E nelle more della contrattualizzazione abbiamo chiesto di aumentare il sussidio, adeguandolo all’aumento del costo della vita", dichiara Giovanni Tarantino di Asud.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'impegno Schifani e Falcone: "Ex Pip nelle partecipate per colmare eventuali vuoti d'organico"

PalermoToday è in caricamento