Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Accusato di violenza sessuale sulla sorella, assolto un 35enne: "Incapace di intendere"

L'uomo sarà sottoposto a libertà vigilata per due anni con l’obbligo di presentazione al Centro di salute mentale. Anni prima avrebbe abusato della donna, più giovane di lui, che non avrebbe mai denunciato nulla per paura

Il Tribunale di Palermo

Assolto dall’accusa di violenza sessuale nei confronti della sorella perché incapace di intendere e di volere. Così ha deciso il giudice Nicola Aiello per un 35enne palermitano che, nonostante l’assoluzione, sarà sottoposto alla libertà vigilata per i prossimi due anni con l’obbligo di presentazione presso il Centro di salute mentale.

I due, entrambi palermitani di 35 e 33 anni, hanno condiviso tutto sin dalla nascita: dai capitoli più gioiosi della loro vita a quelli più bui, come quando hanno perso entrambi i genitori. Da quel punto in poi l’uno ha dovuto fare affidamento sull’altro e viceversa. Vivevano insieme e ogni tanto andavano anche a mangiare un pasto caldo alla Caritas.

Anni prima però, fra le pieghe della quotidianità, l’uomo avrebbe iniziato ad abusare sessualmente della sorella. E lei, che ha vissuto e vive in uno stato di fragilità psicologica, non gliel’ha mai impedito. Complice la paura di come avrebbe potuto reagire il fratello e di ciò che sarebbe potuto accadere. Fino al giorno in cui non è scattata in lei la molla che l’ha costretta a scoperchiare il suo vaso di Pandora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di violenza sessuale sulla sorella, assolto un 35enne: "Incapace di intendere"

PalermoToday è in caricamento