Cronaca

Mancata cattura di Provenzano, assolti Mori e Obinu

Erano imputati per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra. L'accusa, retta dai pm Nino Di Matteo, Francesco Del Bene e Roberto Tartaglia, aveva chiesto alla Corte una condanna a 9 anni di carcere per Mori, e a 6 anni e mezzo per Obinu

Il generale dei carabinieri Mario Mori @Tm news-infophoto

I giudici del tribunale di Palermo hanno assolto il generale del Ros Mario Mori e il colonnello Mauro Obinu, dall'accusa di favoreggiamento aggravato a Cosa nostra per la mancata cattura del boss Bernardo Provenzano nel 1995, permettendogli così di restare latitante. L'accusa, retta dai pm Nino Di Matteo, Francesco Del Bene e Roberto Tartaglia, aveva chiesto alla Corte, presieduta dal giudice Mario Fontana, una condanna a 9 anni di carcere per Mori, e a 6 anni e mezzo e Obinu. I legali dei due imputati avevano chiesto l'assoluzione perché il fatto non sussiste.

PROTESTANO LE AGENDE ROSSE - Alcuni militanti del movimento delle Agende rosse, vicino a Salvatore Borsellino, alla lettura della sentenza di assoluzione hanno gridato "vergogna, vergogna".

L'ACCUSA - "Non condividiamo questa sentenza di assoluzione - ha detto il pm Antonino Di Matteo - e la impugneremo, ma la rispettano. Le sentenze si rispettano, non le condividiamo e le impugneremo". Il presidente del tribunale, Mario Fontana, ha contestualmente ordinato la trasmissione degli atti in procura relativamente alle testimonianze di Massimo Ciancimino e Michele Riccio per valutare le loro dichiarazioni. "La trasmissione degli atti alla Procura perchè valuti le dichiarazioni dei testimoni Massimo Ciancimino e Michele Riccio - ha detto invece il procuratore aggiunto Vittorio Teresi - è coerente con la decisione presa. E' un punto di vista che va accettato ma anche impugnato".

LA DIFESA - "Una sentenza che mette fine a cinque anni di linciaggio mediatico, di teoremi, di falsità e di calunnie. Siamo contenti perché i condizionamenti e le pressioni sono stati costanti e lo sono stati fino ad oggi. I giudici hanno dimostrato di procedere per la loro strada e di guardare le carte che davano la prova della loro innocenza". Così l'avvocato Basilio Milio, legale del generale Mario Mori, ha commentato l'assoluzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancata cattura di Provenzano, assolti Mori e Obinu

PalermoToday è in caricamento