Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Zisa

Assistenza igienico-personale e trasporto studenti disabili: continuano i disagi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

A Palermo, nonostante gli ultimi proclami della Città Metropolitana, le studentesse e gli studenti disabili delle scuole superiori di Palermo e provincia continuano ad avere leso in modo grave il diritto allo studio. Ci sono infatti diversi studenti che non hanno garantita l’assistenza igienico-personale in modo consono e secondo la legge (su un bacino di 170 Assistenti, dopo una durissima lotta di mesi ne sono rientrati 141, ma trenta sono ancora fuori dalle scuole, sostituiti solo sulla carta da 37 Collaboratori Scolastici, che non possono e non devono fare da CCNL questa assistenza specializzata) e stanno accadendo casi vergognosi di palese illegalità e discriminazione: ci sono scuole in cui gli Assistenti igienico personale specializzati sono assolutamente insufficienti rispetto agli alunni disabili assegnati e nonostante le segnalazioni dei Dirigenti Scolastici in alcuni casi e le pressioni continue di questa O.S., la Città Metropolitana fa orecchio di mercante, sempre nell’ottica del becero risparmio, e i funzionari dell’Ufficio Politiche Sociali si arrogano illegalmente pure il diritto di dire alle scuole di trasferire alunni da un plesso all’altro per “usare” gli stessi Assistenti e non assumere altre unità ci sono scuole in cui sulla carta il servizio lo dovrebbero fare i Collaboratori Scolastici, rientranti nei 37 “formati”, ma accade invece che questi CS non lo fanno affatto nei fatti e vengono usati in modo assolutamente illegale gli Assistenti: è il caso per esempio di un Alberghiero di Palermo, ma non solo, dove 3 Assistenti devono assistere, perchè costretti a farlo, 20 studenti disabili contemporaneamente

- IL RAPPORTO UTENTE-OPERATORE PREVISTO DALLA CITTA’ METROPOLITANA E’ DI 1/4!!! - mentre i due CS non fanno affatto il servizio. Fermo restando che i CS non devono fare questa assistenza, non esiste che la Città Metropolitana non assuma altre due unità di Assistente Specializzato, in questa scuola ce ne vogliono 5!!!, e nessuno dice niente sul fatto che tre Assistenti devono assistere 20 studenti contemporaneamente contro ogni normativa vigente, tra cui quella sulla salute e sicurezza. Su questo stiamo procedendo con i legali alle dovute denunce, i responsabili di questa situazione inaudita e grave dovranno pagare e l’USR Sicilia, garante del diritto allo studio degli studenti ora DEVE INTERVENIRE SUBITO, i Collaboratori Scolastici, come detto dalla stessa Dott.ssa Altomonte e da alcuni funzionari, devono fare solo un’assistenza di base e generica. ci sono famiglie che hanno ritirato i loro figli dalla scuola perchè non hanno accettato l’assistenza da parte dei Collaboratori Scolastici, e questo è gravissimo!!! PER NON PARLARE DEL TRASPORTO! NESSUNO NE PARLA PIU’ MA LA SITUAZIONE DEGLI STUDENTI E’ ANCORA GRAVE!

A Palermo il servizio in buona parte è partito ma restano problemi, vedi il caso di Ivan, lo studente ormai noto a tutti, che dopo essere rientrato a scuola, ma dopo ben 10 mesi dall’anno scorso, nei giorni scorsi sarebbe dovuto restare da solo a scuola, senza potere andare al cinema con i suoi compagni, perchè la Città Metropolitana, tranne che per l’ingresso e l’uscita da scuola, non garantisce il trasporto per le attività scolastiche esterne. Ciò ha portato ad una fortissima denuncia e protesta della combattiva mamma Rosalia, supportata dal nostro Avvocato. Ma ci sono casi di altre ragazze e ragazzi che a Palermo hanno problemi, come Benedetta, da pochissimo in grado di rientrare a scuola ma restano problemi organizzativi per la famiglia per gli orari ecc MA RESTA GRAVISSIMA LA SITUAZIONE DEGLI STUDENTI DEI COMUNI DI PROVINCIA, DA CINISI A TERRASINI, a BAGHERIA, BELMONTE MEZZAGNO, PAESI DELLE MADONIE..., ASSOLUTAMENTE SENZA TRASPORTO FINO AD OGGI , CON LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’ PESANTI E SENZA ALCUNE SOLUZIONE DA PARTE DELLA CITTA’ METROPOLITANA DI PALERMO CHE PERO’ FA I PROCLAMI DI “AVERE RISOLTO TUTTO”.

Questa O.S. insieme a genitori di studenti di Cinisi e Terrasini ha fatto nei giorni scorsi un incontro con i rappresentanti di questi Comuni che si sono attivati con un documento verso la Città Metropolitana di Palermo di denuncia e per definire una soluzione. Non sono i miseri bonus benzina che possono risolvere i problemi a queste famiglie, il padre di Iolanda di Cinisi, per esempio, anche se gli dessero il bonus, ha grossissime difficoltà personali e familiari ad accompagnare la figlia a scuola ogni giorno, senza la quale la ragazza soffre, MA MENO MALE CHE LA CITTA’ METROPOLITANA DI PALERMO FA I PROCLAMI! Per noi questa battaglia non è affatto chiusa e le istituzioni che vanno dicendo che ora “E’ TUTTO A POSTO” non avranno pace GLI ASSISTENTI IGIENICO PERSONALE NELLE SCUOLE SPECIALIZZATI DEVONO ESSERE A SUFFICIENZA PER TUTTI GLI STUDENTI DISABILI, NESSUNO ESCLUSO, E HANNO DIRITTO AL LAVORO SECONDO LA LEGGE VIGENTE! IL TRASPORTO DEVE ESSERE GARANTITO A TUTTI GLI STUDENTI! BASTA DISCRIMINAZIONI! BASTA LESIONI AL DIRITTO ALLO STUDIO! ps. stiamo già chiedendo al nuovo Presidente della Regione un incontro urgente in merito. Nel frattempo una delegazione di precarie Assistenti igenico-personale, tante in questo bacino, e di madri di studenti disabili partirà per Roma per partecipare alla manifestazione nazionale a Roma del 25 novembre prossimo. Contro tutte le violenze contro le donne, contro la violenza delle istituzioni che calpestano ogni giorno la nostra vita e dignità di lavoratrici, madri e donne. SLAI COBAS S.C. PALERMO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistenza igienico-personale e trasporto studenti disabili: continuano i disagi

PalermoToday è in caricamento