Cronaca Zisa

Assistenti nelle scuole, grido dall'allarme dal sindacato: "Arrivano i primi 70 licenziamenti"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sono stati previsti i primi 70 licenziamenti, da settembre 2017, per gli assistenti igienico-personale a opera del Miur guidato dal ministro Valeria Fedeli con la complicità dei dirigenti scolastici, della Regione (vedi gli ultimi documenti dell’assessorato alla Famiglia che butta in mezzo alla strada 70 famiglie) e della cittò metropolitana guidata dal sindaco Leoluca Orlando, quello che in campagna elettorale si faceva grande su “rinnovamento” e sull’importanza di “trattare i disabili come persone normali” mentre ora non si fa alcuno scrupolo ad avallare le politiche di tagli e di svendita dei servizi sociali.

Si vogliono buttare fuori gli assistenti igienico-personale specializzati che offrono assistenza agli studenti disabili delle scuole superiori di Palermo e provincia, e al loro posto usare i collaboratori scolastici statali per risparmiare sulla pelle degli utenti. Si vogliono cacciare via dopo più di 20 anni di servizio, solo a Palermo, 70 assistenti da un bacino di 168 precari. Ma succederà anche nel resto della Sicilia, mentre i collaboratori scolastici - portati allo sbaraglio e alla guerra tra poveri dai venduti sindacati confederali strettamente a braccetto con il governo - si stanno piegando ad un'imposizione illegittima per paura di ritorsioni da parte dei dirigenti scolastici o pensano erroneamente che gli spetterebbe fare anche questo servizio, mentre secondo il contratto collettivo nazionale di lavoro non lo prevede.

E’ solo l'ennesima operazione di “macelleria sociale” dei governi, sia a livello nazionale che locale, a danno di lavoratori e di studenti disabili privati dell’assistenza prevista dalla legge 104/92, cioè fornita attraverso gli assistenti specializzati (con 900 ore di corso e anni di esperienza sul campo). “Noi non staremo certo a guardare - si legge nella nota - e lotteremo giorno per giorno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistenti nelle scuole, grido dall'allarme dal sindacato: "Arrivano i primi 70 licenziamenti"

PalermoToday è in caricamento