Assistente sociale aggredita, Orlando: "Aumenteremo livelli di sicurezza"

Il primo cittadino ha annunciato che il Comune curerà la tutela dell'operatrice e dei vigili urbani che sono stati feriti da una giovane utente nei locali della quarta circoscrizione: "I lavoratori non possono e non devono essere bersaglio"

"In una città grande e complessa come Palermo e nella quale si registrano condizioni di disagio e di criticità va chiarito che il ruolo degli assistenti sociali è parte di un più complesso impegno professionale e istituzionale, ed è doveroso ricordare che proprio le assistenti non possono e non devono essere bersaglio di attacchi e accuse per la rivendicazione di diritti che spetta ad altre funzioni e istituzioni assegnare". A dirlo è stato il sindaco Leoluca Orlando, che ha incontrato un gruppo di assistenti sociali del Comune, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil e Csa e il presidente dell'Ordine degli Assistenti sociali. Erano presenti anche l'assessore alla Cittadinanza solidale, Giuseppe Mattina e al comandante della polizia municipale, Gabriele Marchese.

L'incontro arriva dopo l'aggressione subita, nei locali della quarta circoscrizione, da un'assistente sociale e da alcuni vigili urbani da parte di una giovane utente.

Aggredita e ferita con le forbici, gravi le condizioni dell'assistente sociale“

Orlando ha ribadito la solidarietà alle vittime dell'aggressione e ha sottolineato che "l'Amministrazione, tramite l'avvocatura comunale curerà la tutela delle dipendenti comunali vittime di tale gesto di violenza". Per il primo cittadino "questo incontro è stato un'occasione per ribadire l'importanza del ruolo svolto dagli assistenti sociali: un'azione che ha consentito alla città di Palermo di avere un servizio sociale a rete, presente nei territori e dotato di personale di elevata professionalità e dedizione".

Nel corso della riunione è stato deciso di dar vita a un tavolo operativo, con la partecipazione dell'Amministrazione comunale, dei sindacati, dell'Ordine professionale e al quale chiedere la partecipazione di una rappresentanza dell'Anci Sicilia e dell'Asp di Palermo. "Tramite questo tavolo - ha spiegato Orlando - vogliamo da un lato elaborare proposte ai governi nazionale e regionale e dall'altro organizzare e definire le procedure da proporre a livello comunale per garantire livelli adeguati di servizi e sicurezza degli operatori, anche in previsione del sovraccarico che la normativa per il reddito di cittadinanza porterà a questo settore dell'amministrazione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

  • Travolto e ucciso in bici il pm che fece condannare Totò Riina e lottò contro i corleonesi

Torna su
PalermoToday è in caricamento