Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Assenteismo all'assessorato alla Sanità, i licenziati salgono a sei

Il provvedimento emesso dalla commissione disciplinare è stato firmato da Rosalia Pipia, dirigente del dipartimento Funzione pubblica della Regione. Il comportamento dei dipendenti, che sbrigavano faccende private in orario di lavoro, è stato portato alla luce da un'inchiesta della guardia di finanza

Salgono a sei i dipendenti licenziati per assenteismo all’assessorato regionale alla Sanità, in piazza Ottavio Ziino. Un altro impiegato che si allontanava dall’assessorato è stato licenziato. Il provvedimento emesso dalla commissione disciplinare è stato firmato da Rosalia Pipia, dirigente del dipartimento funzione pubblica.

Nell’inchiesta condotta dalla guardia di finanza a novembre erano finite 42 persone, 11 erano stati arrestati e 31 denunciati. La commissione sta valutando le altre posizioni

I furbetti dell'assessorato, 11 arrestati: "Dal parrucchiere o al supermercato in orario di lavoro"

Le indagini coordinate dalla Procura hanno accertato numerosi episodi di assenteismo ingiustificato: i dipendenti pubblici gestivano i turni di servizio in modo sostanzialmente autonomo. "Alla base del meccanismo - aveva spiegato il giorno degli arresti la guardia di finanza - lo scambio dei badge e l'utilizzo dei computer aziendali, che permettevano di attestare false presenze". Molti dipendenti risultavano in servizio nonostante non si fossero recati al lavoro, altri arrivavano in ufficio con circa tre ore di ritardo per occuparsi di faccende private.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assenteismo all'assessorato alla Sanità, i licenziati salgono a sei

PalermoToday è in caricamento