Cronaca

I 47 indagati alla Foss, la Fials: "Fare chiarezza senza screditare il prestigio della Fondazione"

Federazione italiana autonoma lavoratori dello Spettacolo: "Non possiamo permettere che una vicenda legata a un numero ristretto di persone, della quale i contorni e le dimensioni non sono ancora noti, getti pesanti ombre su una importante istituzione"

In seguito alle indagini condotte dalla Digos, che vedono coinvolti 47 lavoratori, tra cui ex Pip, assegnati dal Dipartimento regionale del lavoro alla Fondazione orchestra sinfonica siciliana, la Fials, Federazione italiana autonoma lavoratori dello Spettacolo, manifesta "la più totale fiducia nei meccanismi di verifica della Procura della Repubblica e auspica che si faccia chiarezza quanto più accuratamente e velocemente possibile sulla vicenda".

"Manifesto la più totale fiducia nelle indagini della Procura della Repubblica e auspico che si faccia chiarezza quanto più accuratamente e velocemente possibile - afferma Debora Rosti, vicesegretario della Fials di Palermo - a tutela del bene pubblico e di tutti i lavoratori della Fondazione orchestra sinfonica siciliana che, con serietà, professionalità e sacrificio, onorano ogni giorno il loro posto di lavoro e offrono un servizio culturale di alto livello".

"Non possiamo permettere - conclude - che una vicenda legata a un numero ristretto di persone, della quale i contorni e le dimensioni non sono ancora noti, getti pesanti ombre su una importante istituzione, un'orchestra di grande qualità come riconosciuto anche dagli ultimi prestigiosi direttori ospiti di fama internazionale, che sta continuando, anche in questo difficile momento, a provare e a produrre in streaming, fedele al suo compito di divulgazione culturale".

"Esprimo massima fiducia nei confronti dalle indagini condotte dalla autorità giudiziaria e mi auguro che questa vicenda non venga utilizzata per screditare il prestigio della fondazione e dei suoi dipendenti, i quali risultano nella stragrande maggioranza dei casi estranei alla vicenda; i soggetti coinvolti sono in buona parte ex pip assegnati dal dipartimento regionale del lavoro alla fondazione orchestra sinfonica siciliana" sottolinea, Antonio Barbagallo, segretario della Fials di Palermo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 47 indagati alla Foss, la Fials: "Fare chiarezza senza screditare il prestigio della Fondazione"

PalermoToday è in caricamento