menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assegno nucleo familiare e assegno maternità, come presentare la domanda a Palermo

Le domande devono essere corredate dal nuovo modello I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) e possono essere presentate entro e non oltre il 31 gennaio 2020

L'Amministrazione Comunale rende noto ai cittadini italiani italiani o comunitari o di paesi terzi soggiornanti di lungo periodo residenti nel Comune di Palermo, che in applicazione dell'art.65 della Legge n. 448 del 23/12/1998 e dell'art.74 del D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151, e successive modifiche, possono essere inoltrate le domande concernenti

  • Assegno per il nucleo familiare con tre figli minori anno 2019 - le domande devono essere corredate dal nuovo modello I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) e possono essere presentate, entro e non oltre il 31 gennaio 2020, presso le Circoscrizioni Comunali di appartenenza.
  • Assegno di maternità anno 2019: la domanda di concessione dell'assegno di maternità deve essere presentata dai soggetti aventi diritto, nel termine perentorio di sei mesi dalla data di nascita del figlio o dalla data di ingresso nella famiglia, in caso di affidamento preadottivo o di adozione. Le domande, per l'anno 2019 devono essere corredate dal nuovo modello I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) e possono essere presentate, entro e non oltre sei mesi dalla nascita del minore; presso le Circoscrizioni Comunali di appartenenza.

Circoscrizioni a Palermo, gli indirizzi e i recapiti delle otto zone della città

Chiarimenti dall'Inps

Nessuna somma viene tolta ai destinatari del beneficio. L’erogazione degli assegni familiari è regolata da leggi che individuano in maniera puntuale tanto i destinatari e la misura delle prestazioni loro dovute, quanto le entrate dell’Inps. Variazioni nell’ammontare della contribuzione versata o nell’importo degli assegni familiari possono intervenire solo a seguito di interventi legislativi. I contributi per gli assegni familiari sono determinati in misura percentuale sulla retribuzione lorda ed affluiscono nella Gestione delle prestazioni temporanee ai lavoratori dipendenti, che eroga diverse prestazioni a carattere temporaneo. 

I contributi per gli assegni familiari ammontano a circa 8,4 miliardi di euro annui, di cui solo 1,9 miliardi di euro sono versati dai datori di lavoro, mentre i restanti sono trasferimenti a carico del bilancio dello Stato per effetto delle normative che hanno introdotto sgravi fiscali e sottocontribuzioni finalizzati alla riduzione del costo del lavoro. Le uscite totali per gli assegni familiari sono circa 5,4 miliardi annui. L’apporto dei contributi realmente versati dalle aziende copre perciò il 35% delle prestazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento