Asportato tumore da 12 chili alla clinica La Maddalena, salva una donna di 60 anni

La paziente era stata visitata da altri tre centri in giro per l'Italia che si erano rifiutati di operarla perché convinti che l'operazione fosse troppo pericolosa. Il chirurgo oncologo Lucio Mandalà: "Dimessa dopo il decorso post-operatorio, durato un mese, sta bene"

Asportato con succeso un tumore da 12 chili ad una donna di 60 anni. La delicatissima operazione è andata a buon fine alla clinica La Maddalena. L'enorme massa occupava l'addome comprimendo gli organi: l'asportazione è stata condotta lo scorso novembre da medici e infermieri che hanno lavorato in sala operatoria per un totale di 5 ore. "L'intervento - ha spiegato Lucio Mandalà, chirurgo oncologo che ha operato la donna, all'Ansa - era complesso per l'impossibilità a raggiungere dei piani anatomici sicuri. Eravamo in presenza di una massa che occupava l'intera cavità addominale. A ciò si aggiunge la gestione anestesiologica di una paziente gravemente compromessa nella funzionalità di più organi e apparati per il tumore".

La paziente, era stata precedentemente visitata da tre centri sparsi per l’Italia, e si era vista negare la possibilità di essere operata, visto l'esito che secondo i medici poteva essere fatale. Per fortuna così non è stato. La donna, che aveva scoperto il tumore due anni fa, dopo esser stata visitata dal dottor Pietro Mezzatesta, ha dato il proprio assenso all'operazione. "La paziente - ha aggiunto il chirurgo - è stata dimessa dopo il decorso post-operatorio, durato un mese e durante il quale si sono avvicendate tutte le figure professionali della Maddalena che hanno contribuito alla ripresa fisica e psichica. Il buon esito di un delicato intervento chirurgico come questo, che si svolge in condizioni che definiremmo al limite per tanti aspetti - ha concluso Mandalà - è il risultato di una condivisa strategia di cure erogate da tutte le specialità presenti nel centro".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’equipe che ha operato la donna era composta anche dai chirurghi Luigi Casà, Paolo De Marco, dagli anestesisti Sebastiano Mercadante, Patrizia Villari e Fabrizio David e dagli infermieri Francesco Marabeti e Antonio Coppola.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento