"Asp in piazza" fa tappa alla Kalsa: oltre duemila visite in 9 ore

Sin dalle 8,30 tantissimi gli utenti in fila per effettuare visite ed esami proposti gratuitamente dall’Azienda sanitaria provinciale. Il direttore Candela: "La gente ha risposto numerosa all’appello sulla prevenzione"

Candela e Ardizzone con operatori e utenti

Più di duemila visite in 9 ore. E’ stato enorme l’afflusso di cittadini alla Kalsa per “Asp in  Piazza”, manifestazione itinerante sulla prevenzione. Sin dalle 8,30 tantissimi gli utenti in fila per effettuare visite ed esami proposti gratuitamente dall’Azienda sanitaria provinciale nell’ambito dei programmi di screening. Nel pomeriggio, tra gazebo e camper del villaggio della salute, anche il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, che ha avuto parole di apprezzamento per l’iniziativa che ha chiesto di portare anche a Piazza del Parlamento dove nelle prossime settimane verrà organizzata una “tappa” di Asp  in Piazza.

La gente della Kalsa ha risposto numerosa all’appello sulla prevenzione – ha spiegato il  direttore generale dell’Asp, Antonino Candela – vista la grande richiesta, abbiamo portato in piazza  due camper mammografici all’interno dei quali sono state effettuate ben 210 mammografie”.  L’enorme afflusso di gente ha indotto l’Asp a prolungare ben oltre le 17 l’apertura degli  ambulatori nei quali hanno lavorato 82 operatori, tra medici, infermieri, veterinari, personale  tecnico ed amministrativo. Presenti a piazza Kalsa anche 4 mediatori culturali che hanno curato  l’accoglienza e l’accesso alle prestazioni della popolazione immigrata.

In 6 camper e 15 gazebo, sono state complessivamente 2.134 le prestazioni effettuate, di cui 703 relative allo screening del diabete e dei fattori di rischio cardiovascolari (in collaborazione con  l’associazione medici sportivi e l’associazione Danilo Dolci), mentre 210 le mammografie, 148 le  visite cardiologiche, 186 quelle pneumologiche, 78 oculistiche (in collaborazione con  l’Associazione “ARIS”), 137 le ecografie alla tiroide ed 87 le prestazioni del gazebo dei consultori. Distribuiti 85 sof-test per la ricerca del sangue occulto nelle feci (screening del tumore al colon- retto) e prenotati 32 pap-test (da effettuare nei consultori familiari dell’Azienda). Inoltre sono state  249 le prestazioni nell’ambito della prevenzione dell’alcolismo, 123 le “pratiche” amministrative e 48 le prestazioni dell’ambulatorio di promozione della salute immigrati.

I veterinari dell’Asp hanno impianto 48 microchip ad altrettanti cani. Coinvolti nell’iniziativa anche la LILT e l’associazione Serena a Palermo. “L’attività di Asp  in Piazza non si ferma e prevede anche esami di secondo livello - ha sottolineato Candela –. In caso  di test positivo, l'utente sarà avviato ad un percorso programmato e pianificato di approfondimento  diagnostico e terapeutico del tutto gratuito, nel rispetto di rigorosi indicatori di qualità previsti a  livello nazionale e internazionale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In mattinata era stato il sindaco Leoluca Orlando, acompagnato dal direttore generale Antonio Candela, dal direttore sanitario Giuseppe Noto e dal direttore amministrativo Antonio Guzzardi, ha fatto visita al “villaggio della salute”. Dopo la tappa della Kalsa, “Asp in Piazza” si sposta in provincia: giovedì 12 marzo camper e gazebo dell’Azienda sanitaria saranno a Balestrate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

  • Uno tira l'altro, la rosticceria che vince: ecco quali sono i migliori calzoni fritti di Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento