menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asp in piazza a Valledolmo, camper e gazebo presi d’assalto

In centinaia hanno affollato il "Villaggio della salute". Ad affiancare medici e operatori per l’accoglienza gli studenti dell’Alberghiero Picone. Il Sindaco: "Fare prevenzione attraverso un modello snello e dinamico"

Palazzo Cutelli e la "Chiesa Madre" dell'Immacolata Concezione hanno fatto da straordinario scenario all'Asp in Piazza di Valledolmo, seconda tappa della manifestazione itinerante sulla prevenzione organizzata dall'Azienda sanitaria di Palermo. Sono state centinaia le persone che hanno affollato il "Villaggio della salute" allestito in piazza Madrice con gente arrivata anche dalle vicine Alia, Roccapalumba, Caltavuturo e Sclafani Bagni. "Fare prevenzione attraverso un modello snello e dinamico è garanzia di successo - ha sottolineato il Sindaco di Valledolmo, Luigi Giuseppe Favari - la gente attendeva l'Asp in Piazza ed ha risposto in massa agli screening proposti dall'Asp di Palermo, alla quale vanno il ringraziamento ed i complimenti per l'impeccabile organizzazione. Potere fare prevenzione gratuitamente a due passi da casa ed in un luogo centrale qual è la piazza è un'occasione da non perdere per chi spesso è costretto a recarsi in città per esami o visite".

Ad affiancare medici, infermieri ed operatori dell'Azienda sanitaria sono stati a Valledolmo, gli studenti del locale Istituto Comprensivo e dell'Alberghiero "Picone". I ragazzi hanno curato l'accoglienza e preparato ed offerto prodotti della dieta alimentare mediterannea. Altri studenti hanno, invece, condiviso con la gente che è affluita in piazza i percorsi realizzati con il Ser.T, mentre gli alunni della scuola di Alia hanno presentato nei locali del municipio i lavori sulla prevenzione realizzati in PowerPoint. "A Valledolmo si è realizzata una perfetta integrazione tra l'aspetto sanitario e quello sociale della prevenzione - ha detto il direttore generale dell'Asp di Palermo, Antonio Candela - vogliamo che gli screening siano momento di condivisione dei programmi realizzati dal servizio sanitario nazionale che non aspetta gli utenti nel chiuso di un ambulatorio, ma va ad incontrare la gente nei luoghi tradizionali di aggregazione".

Alla ricca offerta sanitaria proposta nelle tappe di "Asp in Piazza", a Valledolmo si sono aggiunte anche le attività di prevenzione del tumore alla prostata, della prevenzione odontoiatrica o esami di approfondimento come l'ecocardiografia. "Sono state complessivamente 2.125 le prestazioni effettuate a Valledolmo - ha spiegato il direttore del Distretto 38, Silvana Muscarella - siamo molto contenti della risposta della gente, ma siamo soprattutto molto soddisfatti del coinvolgimento dei giovani che hanno aderito in maniera convinta e partecipata al nostro appello".

Fino al tardo pomeriggio sono rimasti aperti al pubblico gli ambulatori allestiti a piazza Madrice: dallo screening del diabete a quello del tumore alla mammella, dalla prevenzione del cervicocarcinoma a quello del colon retto, alla prevenzione cardiologica e della Broncopneumopatia cronica ostruttiva. Tantissima gente anche all'ufficio mobile che ha assicurato le prestazione di "cambio-medico", esenzione ticket e Cup (centro unico di prenotazione). Camper e gazebo dell'Asp saranno ad aprile: il 5 a Carini, il 12 a Montelepre, il 19 ad Altavilla Milicia ed il 28 a Marineo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento