Asp, i sindacati: "A rischio servizio pasti per i degenti"

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs spiegano che: "I dipendenti di Nuova Cucina Siciliana da due mesi non percepiscono stipendio" e chiedono che la situazione venga regolarizzata anche per scongiurare disservizi

"A rischio i pasti dei degenti dell'Asp di Palermo". Lo denunciano i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs, che spiegano: "I lavoratori di Nuova Cucina Siciliana da due mesi non percepiscono stipendio a fronte dei loro colleghi dipendenti dell’azienda La Cascina Global Service che hanno percepito regolarmente le retribuzioni.

"Le due aziende, in Ati, forniscono il servizio di pasti veicolato per l'Asp di Palermo - affermano i tre segretari Generali di Filcams CGIL, Fisascat Cisl e Uiltucs Sicilia, Giuseppe Aiello, Mimma Calabrò e Marianna Flauto - abbiamo sollecitato il pagamento di quanto spettante ai lavoratori della Nuova Cucina Siciliana, chiedendo al contempo all'Azienda capogruppo di sostituirsi nel pagamento in solido. Inoltre abbiamo dovuto attivare la procedura di raffreddamento e di conciliazione trattandosi di servizio pubblico, visto il mancato riscontro alle nostre richieste in favore del lavoratori. Inoltre, durante l'esame congiunto svoltosi giovedì, abbiamo invitato le rispettive aziende ognuna per la propria competenza ad una riflessione con senso di responsabilità, affinché vengano corrisposti immediatamente gli stipendi. E' altresì emerso che le motivazioni dei ritardi da parte di Nuova Cucina Siciliana sarebbero dovute a questioni interne alle due aziende, fermo restando che per i sindacati al momento ne stanno pagando le conseguenze solo i lavoratori. Ci attiveremo con tutte le procedure a tutela di questi lavoratori - concludono i sindacati - visto che il verbale di esame congiunto si è concluso con esito negativo, preannunciano uno sciopero nei prossimi giorni dinnanzi la Prefettura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento