Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Asp, prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili: tappa a Corleone

L’evento è in programma al Leon d’Oro Park Hotel. "La promozione della salute va incentivata anche attraverso percorsi partecipativi come la Peer education", ha spiegato il direttore generale dell'Asp di Palermo Antonino Candela

Antonio Candela

Il progetto Peer education sulle malattie sessualmente trasmissibili (Mst), organizzato dall’Asp di Palermo insieme all’associazione per la Mobilitazione Sociale onlus (Ams) giunge alla sua tappa conclusiva. L’evento di chiusura del “percorso” è in programma martedì 27 gennaio al Leon d’Oro Park Hotel di Corleone a partire dalle 10.30. Verrà, tra l’altro, proiettato un video che raccoglierà la testimonianze dei protagonisti del progetto. Alla manifestazione prenderanno parte i peer educators delle 9 scuole partecipanti. Il progetto si è svolto nel territorio di 6 Distretti Sanitari dell’ASP: Corleone (capofila), Carini, Petralia, Misilmeri, Termini Imerese e Partinico. Prevista la partecipazione di circa 180 persone.

“La promozione della salute va incentivata anche attraverso percorsi partecipativi come la Peer education - ha spiegato il Direttore generale dell'Asp di Palermo Antonino Candela - la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili è un obiettivo che deve essere perseguito con metodi che tengono conto delle abilità comunicative e relazionali degli adolescenti”.

“Tracceremo un bilancio delle attività svolte - ha dichiarato il direttore del distretto sanitario di Corleone Salvo Vizzi - il progetto, iniziato nel marzo del 2014, ha previsto diverse attività. Tra queste, le fasi di selezione e formazione dei peer, un campus a loro dedicato e la fase di ricaduta con i compagni, che si è svolta in classe. In tutto sono stati coinvolti oltre 1600 studenti e 70 tra genitori e insegnanti”.

Per Vincenza Dino, sociologa responsabile dell'Uoeps di Corleone “sarà l’occasione per i peer educators, gli operatori dell’Asp e di Ams, impegnati da oltre un anno nelle attività, di tracciare un bilancio del percorso condiviso con dirigenti scolastici e docenti e ideare uno scenario di continuità progettuale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asp, prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili: tappa a Corleone

PalermoToday è in caricamento