rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Scuola e disagi / Bonagia / Via Rossa Guido

Asilo nido Pellicano senza riscaldamenti, bimbi in classe con gli scaldini da bagno

Il problema si è ripresentato dopo un anno: al plesso comunale di Bonagia già lo scorso anno la situazione era stata presentata all'Ude diretta da Francesca Mazzola. Dopo un breve ripristino, le aule sono di nuovo al gelo. E intanto i genitori promettono di non pagare la retta fin quando non verrà fatto il collaudo

Nella stanza dove i bambini fanno il riposino, le maestre si sono attrezzate comprando degli scaldini da bagno per riscaldare l'ambiente. Succede all'asilo nido Pellicano di Bonagia, senza riscaldamenti da oltre un anno. Le mamme e i papà adesso, che portano i loro figli a scuola con cappellini e sciarpe per evitare si ammalino, sono in rivolta e promettono di non pagare la retta al Comune fino a quando il problema non verrà risolto. . 

Gli iscritti al nido di via Guido Rossa, 30 in totale, hanno al massimo 3 anni e dallo scorso inverno si trovano costretti a frequentare il plesso scolastico al gelo, dato che gli impianti di riscaldamento sono entrati in funzione solo per qualche giorno prima delle vacanze di Natale. "La situazione continua a essere invariata - racconta a PalermoToday la mamma Claudia Saiu, che lì porta entrambi i suoi figli di due anni - e i nostri bambini si ammalano di continuo per colpa del freddo". 

Per cercare di scaldare l'ambiente all'interno dell'asilo e arginare la situazione in attesa di una soluzione definitiva, sono state collocate delle stufe elettriche: i locali però sono troppo ampi e salta la corrente. "Il Comune - prosegue Saiu - ci ha fornito dei 'pinguini', ma questa soluzione continua a non essere idonea sia perché per accenderli contemporaneamente salta la luce, sia perché in alcune stanze mancano addirittura le prese elettriche. Servirebbero delle prolunghe, ma con dei bambini così piccoli è pericolosissimo avere cavi in mezzo". 

I genitori hanno anche provato ad avanzare una soluzione alternativa. "Ci siamo proposti di comprare le pompe di calore - conclude - ma sempre perché salta la corrente non è possibile procedere. Lo scorso anno fino a marzo i bambini sono stati al gelo, quest'anno quanto ancora ci faranno aspettare? All'asilo nido ci sono tre sezioni, dai lattanti fino a un anno ai semi-divezzi fino ai 2 e infine i divezzi, che vanno dai 2 ai 3 anni: siamo costretti a vestirli con più di un maglione, è un vero disagio. Ci dicono che manca un pezzo per procedere al collaudo dei riscaldamenti, ma nessuno ci dà informazioni precise. E intanto il tempo passa e i nostri bimbi si beccano malanni". 

La segnalazione è arrivata dritta sulle scrivanie dell'Ude del Comune. Lo scorso anno, la responsabile Francesca Mazzola aveva detto che l'Unità didattica educativa si era subito attivata per risolvere il problema. Amg, effettivamente, a fine marzo aveva ripristinato l'impianto. Poi di nuovo il blackout. La scuola, così come l'assessore alla Pubblica istruzione Aristide Tamajo e la responsabile Mazzola, sono stati contattati per una replica, che non è stata fornita. 

Stessa sorte tocca ad altre scuole di Palermo, come ad esempio la De Gasperi-Collodi, in via Briuccia. A sollevare il caso il gruppo consiliare del M5S. "Insieme al consigliere di sesta circoscrizione Cuticchio è stata trasmessa una nota agli assessori Tamajo e Maurizio Carta per sollecitare l’individuazione delle risorse necessarie per l’intervento immediato di ripristino dell’impianto di riscaldamento della scuola De Gasperi-Collodi di via Briuccia. Il consigliere Cuticchio sta seguendo con particolare attenzione gli sviluppi concreti della vicenda. La prima richiesta da parte del dirigente scolastico della scuola Collodi risale al mese di ottobre 2022. Il disagio climatico nelle aule riguarda bambini tra i 3 e 10 anni. Riteniamo che il provvedimento di delibera per la spesa per la fornitura e installazione della nuova apparecchiatura (pari a 3.805 euro) debba essere preso con la massima urgenza dalla giunta Lagalla". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asilo nido Pellicano senza riscaldamenti, bimbi in classe con gli scaldini da bagno

PalermoToday è in caricamento