Cronaca

"Spese pazze" all'Ars: chiesto il processo per 13 ex capigruppo

Secondo l'accusa, con i fondi destinati al funzionamento dei gruppi parlamentari sarebbero stati fatti acquisti di ben altro genere: dalle borse firmate alle vacanze in alberghi di lusso

Prosegue l'inchiesta sulle cosiddette "spese pazze" all'Assemblea regionale siciliana. La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per gli ex capigruppo e deputati dell'Ars indagati per peculato: Giulia Adamo (Pdl, gruppo misto e Udc), Nunzio Cappadona (Aps, Alleati per la Sicilia), Francesco Musotto (Mpa), Rudy Maira (Udc e Pid), Nicola D'Agostino (Mpa), Marianna Caronia (Mpa e Pid), Paolo Ruggirello (Mpa e gruppo misto), Livio Marrocco (Pdl e Fli), Cataldo Fiorenza (Pd e gruppo misto), Salvo Pogliese (Pdl). Innocenzo Leontini (Pdl) e Cateno De Luca (Mpa e gruppo misto) hanno scelto il rito abbreviato e la prossima udienza sarà il 4 luglio.

Secondo l'accusa, con i fondi destinati al funzionamento dei gruppi parlamentari sarebbero stati fatti acquisti di varia natura, persino una borsa Louis Vuitton, ma anche cravatte, profumi e soggiorni in alberghi di lusso. L'inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci, e dai pm Sergio Demontis, Maurizio Agnello e Luca Battinieri. Nella requisitoria, Agnello e Battinieri hanno puntato il dito contro l'assenza di giustificazioni da parte degli ex capigruppo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spese pazze" all'Ars: chiesto il processo per 13 ex capigruppo

PalermoToday è in caricamento