Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Sorvegliato speciale si sente male e va in ospedale senza avvisare, arrestato

Il 26enne Michele Vitale, condannato in passato per estorsione aggravata dal metodo mafioso, è stato arrestato a Partinico per la violazione delle prescrizioni. Inutili i tentativi dei familiari di coprire la sua assenza

Il commissariato di Partinico

Sorvegliato speciale per mafia non si fa trovare a casa. La polizia ha arrestato a Partinico il 26enne pluripregiudicato Michele Vitale per la violazione delle prescrizioni imposte dalla misura cui è sottoposto con obbligo di soggiorno. Il giovane appartenente all’omonima famiglia malavitosa annovera alcune condanne passate in giudicato per estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Quando gli agenti delle volanti e dell’Ufficio misure di prevenzione del commissariato di Partinico si sono presentati nella sua abitazione, nel corso di un servizio di controllo mirato, hanno dovuto cercare di vincere le resistenze dei familiari che volevano coprire l’assenza del 26enne. Una volta entrati, però, si sono resi conto che Michele Vitale non c’era.

Poco dopo i poliziotti si sono resi conto che il giovane aveva comunicato alla centrale operativa di trovarsi al pronto soccorso del Civico per un malore poi riscontrato dal personale sanitario. "Circostanza - spiegano dalla Questura - non sufficiente a giustificare la violazione dell’obbligo di rientro in abitazione all’orario prestabilito, poiché in spregio alla prescrizione di darne tempestiva notizia all’autorità di pubblica sicurezza".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorvegliato speciale si sente male e va in ospedale senza avvisare, arrestato

PalermoToday è in caricamento