Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Mezzomonreale-Villa Tasca

Alle Poste con delega e documenti falsi per chiedere un rimborso, anziano in manette

Il direttore della filiale si è subito insospettito e ha chiamato i carabinieri. Nei guai un 79enne che dovrà rispondere dei reati di possesso di documenti di identificazione falsi, tentata truffa e uso di atto falso.

(foto archivio)

E’ andato alle Poste, si è rivolto a uno degli impiegati e gli ha consegnato alcuni documenti: "Buongiorno, dovrei incassare un rimborso Irpef". Peccato che la carta d’identità di chi aveva firmato la delega era stata falsificata, così come la tessera sanitaria allegata. I carabinieri della stazione di Mezzomonreale hanno arrestato in flagranza un 79enne, V.L., per possesso di documenti di identificazione falsi, tentata truffa e uso di atto falso.

I fatti sono avvenuti lo scorso martedì. A richiedere l’intervento dei militari è stato lo stesso direttore della filiale che aveva fiutato qualcosa di strano. L’anziano si era recato alle Poste per ottenere un rimborso da 1.163 euro emesso dall’Agenzia delle Entrate in favore di terzi. Una volta intervenuti i carabinieri hanno verificato i documenti presentati incrociando i dati con quelli indicati nell’anagrafe web del Comune: era tutto falso.

La parte offesa, ovvero chi avrebbe dovuto realmente incassare quel rimborso Irpef, è stata quindi convocata in caserma. Dopo aver ammesso di non essere a conoscenza di alcun rimborso ha successivamente sporto denuncia perché estraneo ai fatti. L’anziano è stato quindi condotto in caserma e in un secondo momento sottoposto al giudizio per direttissima. L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto e disposto i domiciliari per il 79enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alle Poste con delega e documenti falsi per chiedere un rimborso, anziano in manette

PalermoToday è in caricamento