Si arrampica su un'impalcatura per rubare in una casa, un arresto alla Cala

Un quarantenne fermato dalla polizia dovrà rispondere del reato di tentato furto. Poco prima una donna, con il figlioletto in braccio, lo aveva sorpreso nel salone di casa mentre cercava di scappare

(foto archivio)

Si era arrampicato su un’impalcatura, nella zona della Cala, con l’obiettivo di entrare in un appartamento e mettere a segno un furto. Quando però si è trovato di fronte a una donna e al suo figlioletto, nel loro salotto, l’ha implorata di non urlare e di lasciarlo scappare. La polizia ha arrestato un uomo di 40 anni, G.T., con l’accusa di tentato furto in abitazione.

L’episodio risale a qualche giorno fa. Qualcuno aveva notato un uomo che stava scalando la struttura metallica e ha segnalato il fatto alle forze dell’ordine tramite il numero unico d’emergenza 112. In pochi minuti sono arrivate sul posto alcune pattuglie dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico che hanno circondato il palazzo.

Gli agenti hanno perlustrato ogni angolo dell’impalcatura, anche quelli coperti da teloni e reti, riuscendo così a rintracciare e identificare il quarantenne, sorpreso con ancora il fiato corto e i vestiti sporchi di polvere. Un altro equipaggio nel frattempo aveva verificato se ci fossero segni di effrazione su porte o infissi dello stesso palazzo per chiarire se l’uomo fosse riuscito ad entrare in qualche abitazione.

"I poliziotti - spiegano dalla Questura - hanno poi accolto la richiesta d’aiuto di una condomina ancora scossa per quanto accaduto poco prima. La donna ha raccontato che, mentre si trovava in casa da sola con il figlio di pochi anni, aveva sorpreso dietro il divano del salotto un uomo che, una volta scoperto, le aveva detto di non urlare e di farlo uscire dall’appartamento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo, successivamente riconosciuto anche dalla vittima per via un vistoso tatuaggio sul corpo, è stato arrestato in flagranza del reato di tentato furto. Il provvedimento di arresto è stato convalidato dall’autorità giudiziaria. La polizia ricorda ai cittadini, soprattuto in estate, di segnalare al 112 rumori sospetti che provengano da appartamenti limitrofi, soprattutto quando si è a conoscenza dell’assenza del vicini di casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • Incidente in viale Lazio, con la Vespa si scontra con un’auto: morto 15enne

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento