Un anno da incubi dopo una storia di una settimana: arrestato stalker

Dalla "fine" della loro breve relazione, il ragazzo non l'aveva più lasciata in pace. Appostamenti, messaggi e telefonate ossessive. Ma non era tutto qui: la andava a trovare pure in negozio rendendole la vita impossibile. E' accusato di atti persecutori, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

Ragazzi di 26 anni arrestato per stalking (foto archivio)

Non aveva intenzione di rassegnarsi alla fine della relazione, trasformandosi in un vero e proprio incubo per la propria ex. Un palermitano di 26 anni, di cui la Questura non ha fornito le generalità, è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di stalking, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. La storia dei due, durata circa una settimana, era finita da oltre un anno. Ma da allora il giovane non l'aveva più lasciata in pace, facendosi spesso trovare davanti al negozio dove lei lavora. Ieri l'ennesimo episodio, al termine del quale il giovane si è scagliato contro gli agenti intervenuti ingaggiando una breve colluttazione.

Riuscirsi a liberare del proprio ex, delle sue attenzioni ossessive, quasi maniacali, era diventato ormai impossibile. Il 26enne non voleva saperne di mettere la parola fine su quella che era stata la loro breve relazione. E per questo, da oltre un anno, il giovane si faceva spesso trovare all'ingresso del negozio dove lavora la coetanea. "Il rifiuto di lei nel volere continuare la relazione - spiegano dalla Questura - era diventato il pretesto per esercitare una pressione psicologica insostenibile, tra appostamenti, messaggi e telefonate opprimenti". E il fatto che la ragazza avesse aperto un negozio in zona Libertà gli aveva fornito un pretesto per avvicinarla a qualunque orario, tanto da costringerla in più occasioni a chiudere il negozio anzitempo.

Ieri, però, è arrivato il giorno della "svolta". Il giovane si è presentato ancora una volta davanti al bancone dell'esercizio commerciale della ragazza che, stanca, ha deciso di contattare il 113. I poliziotti giunti sul posto lo hanno trovato ancora sull'uscio del negozio, invitandolo con le buone ad allontanarsi. Ma lo stalker non ha voluto sentire ragioni, lanciandogli addosso il cellulare e provando ad entrare nei locali con una mossa repentina. A quel punto, dopo una breve collutazione che è costata agli agenti qualche ferita guaribile in sette giorni, il ragazzo è stato fermato e ammanettato per il reato di atti persecutori, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. In sede di "direttissima" l’arresto è stato convalidato ed è stato disposto l’obbligo di firma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento