Cronaca Sperone

In carcere per maltrattamenti ottiene i domiciliari ma scappa: arrestato allo Sperone

Giancarlo Marino, 45 anni, è stato rintracciato sei mesi dopo la fuga: era irrintracciabile dallo scorso luglio. Avrebbe dovuto finire di scontare la pena in una struttura terapeutica del Nord Italia ma non si è mai presentato

Da febbraio 2018 era in carcere per maltrattamenti in famiglia, ma dallo scorso luglio aveva ottenuto i domiciliari da scontare in una struttura terapeutica del Nord Italia. Da allora era latitante. Dopo sei mesi, Giancarlo Marino, 45enne palermitano, è stato rintracciato ieri dalla polizia allo Sperone, quartiere dove viveva prima di essere arrestato.

"Non soltanto Marino - dicono dalla Questura - non si è mai presentato in struttura, ma ha anche violato la prescrizione di informare le forze dell’ordine su modalità di partenza e tempi di arrivo". Da qui il ripristino a suo carico da parte del Tribunale di Palermo della misura della custodia cautelare in carcere.

Sono quindi partite le ricerche: i poliziotti hanno battuto palmo a palmo i luoghi più frequentati dal 45enne fino a quando, ieri pomeriggio, gli agenti del commissariato Brancaccio lo hanno notato proprio vicino casa della madre. Alla vista degli agenti, Marino ha tentato di scappare ma è stato raggiunto, ammanettato e, dopo gli adempimenti di rito trasferito nel carcere Pagliarelli. Adesso dovrà rispondere anche del reato di evasione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In carcere per maltrattamenti ottiene i domiciliari ma scappa: arrestato allo Sperone

PalermoToday è in caricamento