menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo sbarco dei 1.037 migranti

Lo sbarco dei 1.037 migranti

"Violenze e privazioni durante il viaggio", fermato un giovane presunto scafista

Polizia e finanza hanno fermato un senegalese di 22 anni, Hassan Seke, il cui ruolo sarebbe stato chiarito dagli stessi migranti protagonisti dell'ultima traversata. Il giovane è stato rinchiuso al carcere Pagliarelli

Individuato un nuovo presunto scafista. La polizia e la guardia di finanza hanno fermato un senegalese di 22 anni, Hassan Seke, arrivato ieri al porto di Palermo insieme ad altri 1.037 migranti a bordo del mercantile norvegese Siem Pilot. Sarebbe stato incastrato grazie alle testimonianze di decine di migranti, che con i loro racconti hanno permesso agli investigatori di ricostruire tutte le fasi dell’ennesima traversata dalle coste della Libia.

Un viaggio fatto di privazioni e soprusi per 199 donne, 231 minori e 607 uomini, originari di Bangladesh, Costa d’Avorio, Gambia, Senegal, Mali e Somalia soccorsi nel Mediterraneo nei giorni scorsi. Inutile il tentativo del 22enne che ieri ha provato a confondersi tra i compagni di viaggio. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine sarebbe uno "scafista senza scrupoli e appartenente - affermano dalla Questura - a un’organizzazione criminale dedita a favorire l’ingresso illegale di stranieri nel territorio italiano".

I migranti hanno raccontato le fasi dell’intero viaggio e hanno indicato il giovane chiarendone il ruolo. Il fermato è stato condotto presso il carcere Pagliarelli su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di Palermo Annamaria Picozzi che sta coordinando le indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento