menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le immagini riprese dalle telecamere

Le immagini riprese dalle telecamere

Ladro con l'ossessione per il Forté, 9 rapine in 60 giorni: la lista di tutti gli assalti

In due mesi Gaetano Di Francesco, 26 anni, che insieme a qualche complice sarebbe riuscito a portare via oltre 10 mila euro in contanti in diciassette episodi. I suoi obiettivi preferiti erano i punti vendita della catena Fortè

Nel giro di due mesi sarebbe riuscito a mettere a segno diciassette rapine, a volte insieme a dei complici, riuscendo a racimolare un bottino da oltre 10 mila euro. Al termine delle serrate indagini della polizia è finito in manette il 26enne palermitano Gaetano Di Francesco, con un debole per la catena di supermercati Fortè e per le farmacie. Tra gli ultimi colpi quello al negozio di intimo "Calzedonia" di viale Lazio, dove avrebbe fatto irruzione con un taglierino fra le mani per poi minacciare le dipendenti e farsi consegnare 240 euro in contanti.

GUARDA IL VIDEO

I suoi obiettivi preferiti da ottobre a oggi sono stati i supermercati del marchio catanese Fortè (per un bottino complessivo da oltre 5 mila euro), tra via Casella e via del Berrettaro. I dipendenti di quest’ultimo punto vendita si sono trovati al cospetto del 26enne per nove volte in sessanta giorni. Lo scorso 11 novembre Di Francesco avrebbe rapinato la farmacia “La Rizza” di viale Piazza Armerina, a Borgo Nuovo, insieme ad un complice. Armati di coltello coltello hanno minacciato i farmacisti, si sono fatti consegnare 400 euro e sono scappati a bordo di scooter.

Un’altra farmacia è stata colpita lo scorso 22 novembre in via Besio, a Cruillas. Anche in questo caso hanno fatto irruzione in due, con le facce coperte da passamontagna e armati ancora una volta di taglierino, facendosi consegnare con le minacce poco più di 220 euro. Poi la fuga. Appena il giorno dopo, invece, è stata la volta della farmacia "Di Vita Margherita" di via Castellana, che ha fruttato al 26enne e a un complice un bottino da 450 euro. Due settimane prima, in via Leonardo da Vinci, Di Francesco sarebbe riuscito a portare via numerosi apparecchi telefonici dal negozio Vodafone, per un valore complessivo di oltre 4 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento