menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Tribunale di Palermo

Il Tribunale di Palermo

Rapine in serie, "L'ho fatto per la cocaina": confessa ma va ai domiciliari

Lo ha deciso il giudice per il 26enne Gaetano Di Francesco, arrestato due giorni fa dalla polizia. Ha ammesso le proprie responsabilità su buona parte degli episodi contestati, ma ha promesso di seguire un percorso per sconfiggere la sua tossicodipendenza

Ha confessato molte delle rapine che gli vengono contestate e ha ammesso anche di averle fatte perché aveva bisogno di soldi, per comprarsi la cocaina. Nell’udienza di Gaetano Di Francesco, il 26enne finito in manette due giorni fa con l’accusa di aver messo a segno diciassette colpi in due mesi e difeso dall'avvocato Carmelo Adamo, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto per lui gli arresti domiciliari senza braccialetto elettronico.

VIDEO: ASSALTO AL FORTE', LE IMMMAGINI

Prima di uscire dal tribunale e di essere riaccompagnato a casa ha dichiarato di rendersi disponibile per seguire un percorso di riabilitazione e cercare di gettarsi alle spalle la sua tossicodipendenza. In passato ci aveva già provato, ma non gli era andata bene. E così, per comprare qualche dose, si armava di taglierino, si copriva il volto e colpiva supermercati e farmacie. Si è assunto la responsabilità di buona parte delle rapine che gli agenti di polizia del commissariato Zisa-Borgo Nuovo gli hanno attribuito al termine delle indagini.

Altre le ha disconosciute, o comunque non le ricorda, e per eventualmente confermarle avrebbe chiesto di visionare le immagini riprese dalle telecamere dei vari punti vendita, tra il Fortè di via del Berrettaro (l'obiettivo più colpito) e il negozio di intimo Calzedonia di viale Lazio, passando per il negozio Vodafone di viale Leonardo da Vinci a una farmacia di viale Piazza Armerina (LA LISTA DEI COLPI). Ma potrebbero essercene altre ancora che la polizia non avrebbe ancora imputato a lui. Di Francesco, che aveva solo precedenti per furto ma non per rapina, potrà comunque passare il Natale a casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento