rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Uditore-Passo di Rigano

"Seguiva le donne fin sotto casa e poi rubava loro soldi e fedi", arrestato un 45enne

In carcere un uomo accusato di tre colpi registrati tra maggio e settembre 2021. Inquadrato anche dalle telecamere di videosorveglianza, è stato riconosciuto dalle vittime

Le avrebbe seguite fin sotto casa, le avrebbe minacciate in alcuni casi con un coltello per poi costringerle a consegnargli i soldi che avevano addosso ed eventuali gioielli, comprese le fedi nuziali che da decenni portavano al dito in ricordo del loro matrimonio. La polizia ha arrestato e portato al carcere Pagliarelli il 45enne Federico Trapanese che, secondo l’accusa, sarebbe l’autore di tre rapine messe a segno tra maggio settembre 2021. Il colpo che ha fatto scattare la misura cautelare è l'ultimo, risalente a settembre, in largo Pozzillo, zona Borga Nuovo. Per gli altri, invece, l'uomo risulta attualmente solo indagato.

Le indagini della squadra mobile, che questa mattina ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip, sono state avviate dopo il primo episodio avvenuto a metà dello scorso anno. Una donna di 73 anni era andata a prelevare del denaro in un ufficio postale. Rientrando a casa, allo Sperone, sarebbe stata sorpresa nel vano ascensore del suo palazzo da un rapinatore a volto coperto che è riuscito a portarle via 970 euro, due fedi, un anello e un paio di orecchini.

Simile, per non dire identica, la dinamica della seconda rapina. Nel mirino questa volta una signora di 67 anni che stava per salire a casa sua. Stando a quanto ricostruito un uomo - con il volto coperto da un casco e da una mascherina - l’avrebbe minacciata e spintonata per farsi consegnare il bottino: 10 euro, una fede e un paio di orecchini. La vittima, ancora terrorizzata per l’accaduto, ha lanciato l’allarme al 112 chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine. 

Stesso copione per la rapina di settembre, in via Messina Marine. Una donna di 82 anni, appena varcato il portone del suo condominio, è stata anche lei minacciata e derubata di un paio di orecchini e di una collana in oro. "Gli agenti della squadra mobile - si legge in una nota - attraverso il racconto delle vittime, l’analisi del modus operandi ed in virtù dell’accurata analisi delle immagini tratte dagli impianti di videosorveglianza, sono riusciti a stabilire che gli episodi delittuosi erano riconducibili ad un unico autore".

La successiva attività investigativa dei Falchi e del personale della sezione Contrasto al crimine diffuso ha consentito di raccogliere elementi giudicati sufficienti dal gip per emettere un’ordinanza di custodia cautelare a carico dell'uomo, formalmente disoccupato e attualmente sottoposto alla misura della sorveglianza speciale. "L’ipotesi investigativa - prosegue la nota - veniva successivamente suffragata dal riconoscimento attraverso l'individuazione fotografica operata dalle stesse vittime. La responsabilità penale in ordine a detti episodi verrà definita in ambito processuale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Seguiva le donne fin sotto casa e poi rubava loro soldi e fedi", arrestato un 45enne

PalermoToday è in caricamento