Due giovani rapinati in centro, 23enne incastrato dai tatuaggi e arrestato

I due episodi risalgono ad agosto scorso, in via Roma e il giorno successivo in piazza Verdi. Per gli investigatori la "mano" era sempre la stessa. Il ragazzo è stato sottoposto ai domiciliari in esecuzione di un provvedimento del gip

(foto archivio)

Ai domiciliari per aver rapinato due passanti lungo le strade del centro. La polizia ha arrestato un 23enne residente in zona San Lorenzo in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare emesso dal gip del tribunale di Palermo per due episodi risalenti a fine agosto.

Il giovane è stato individuato dagli agenti della sezione Contrasto al crimine diffuso che hanno avviato le indagini subito dopo le rapine. Sin dalle prime battute gli investigatori si erano convinti che i due episodi - per circostanze di tempo, luogo e dinamica - fossero riconducibili allo stesso autore.

“Nel caso della prima rapina - aggiungono - la vittima sarebbe stata avvicinata in via Roma, all’altezza delle Poste, e minacciata con un coltello a serramanico così da ottenere 50 euro”. Una scena simile si è ripetuta la sera successiva, dalle parti di piazza Verdi.

Un giovane si trovava vicino al Teatro Massimo quando “sarebbe stata avvicinata - ricostruiscono dalla Questura - dall’aggressore che gli avrebbe chiesto del denaro adducendo minacciosamente di essere pericoloso e pregiudicato”.

La vittima sarebbe riuscita a scappare e trovare rifugio in un pub di via Chiavettieri ma all’uscita avrebbe visto il suo aggressore pronto ad attenderlo. “A quel punto il giovane - concludono - non avrebbe avuto alcuna possibilità di sottrarsi se non quella di consegnare un esiguo bottino”.

Sulla scorta delle informazioni acquisite gli investigatori hanno rintracciato il presunto rapinatore riconoscendo i tatuaggi descritti dalle stesse vittime, che hanno poi riconosciuto il 23enne sottoposto oggi ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento