Cronaca

Rapinò un corriere, arrestato un 18enne: ad incastrarlo le impronte digitali

In corso le indagini della polizia per risalire all'identità del complice, con il quale il giovane lo scorso 10 giugno ha bloccato i dipendenti di una società di trasporto mentre effettuavano consegne nella zona di via Pitrè

La polizia di Stato ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip presso il tribunale di Palermo, nei confronti di G. A., 18 anni, nato a Sciacca, accusato di rapina ai danni di un corriere.

Lo scorso 10 giugno il giovane insieme ad un complice ha bloccato i dipendenti di una società di trasporto mentre effettuavano consegne nella zona di via Pitrè. L'arrivo delle volanti di polizia li metteva in fuga. Il bottino era stato di soli 8 euro. Ad incastrare il giovane, le impronte digitali trovate sulla fiancata del mezzo e su un pacco abbandonato nel vano posteriore del furgone utilizzato dai corrieri.

Le impronte coincidevano con quelle del diciottenne, in passato indagato per furto. Sono in corso indagini per risalire all'identità del complice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinò un corriere, arrestato un 18enne: ad incastrarlo le impronte digitali

PalermoToday è in caricamento