rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Maqueda

Rapina con un bottino in euro e dollari, tre arresti per l'assalto armato in un'agenzia di cambio

I Falchi della squadra mobile hanno rintracciato i tre uomini che avrebbero preso di mira, a novembre scorso, la filiale Forexchange di via Maqueda. Fondamentali l'analisi delle immagini della videosorveglianza e il ritrovamento di un'impronta digitale sul bancone dell'attività

Individuati i presunti autori di una rapina avvenuta mesi fa in un'agenzia di cambio. La polizia ha arrestato ieri, in esecuzione di un'ordinanza del gip, tre persone accusate dell'assalto il 29 novembre scorso in via Maqueda che aveva fruttato alla banda, composta da tre uomini, un bottino di circa 1.200 euro e 600 dollari. Si tratta di due uomini di 47 anni (M. M. e S. C. le iniziali) e di un 32enne (C. G.), tutti residenti nella zona della Vucciria.

Secondo quanto ricostruito quel giorno, tre uomini - incappucciati e armati di pistola - fecero irruzione nella filiale della Forexchange e minacciarono il dipendente per farsi consegnare il malloppo. Poi sarebbero fuggiti in direzione della Vucciria, abbandonando in via Bari i passamontagna e la pistola poi recuperati dagli investigatori. Dai successivi accertamenti è risultata un'arma giocattolo senza tappo rosso.

A condurre le indagini i Falchi della squadra mobile che sarebbero risaliti all’identità degli indagati grazie all'analisi dei video. Un’ulteriore conferma sarebbe arrivata grazie ai rilievi del personale della Scientifica che aveva trovato un’impronta digitale che uno dei rapinatori avrebbe lasciato durante l’assalto. Sulla scorta degli indizi il gip ha firmato un’ordinanza disponendo per loro la misura cautelare della detenzione in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina con un bottino in euro e dollari, tre arresti per l'assalto armato in un'agenzia di cambio

PalermoToday è in caricamento