menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Condannati per mafia sorpresi a chiacchierare tra loro: arrestati

Nei guai Massimo Mancino e Adolfo Bulgarello: hanno violato le prescrizioni di sorveglianza speciale che impongono loro, fra le altre cose, di non entrare in contatto con altri pregiudicati

Hanno violato gli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale incontrandosi in via Oreto. La polizia ha arrestato ieri i due pregiudicati palermitani Massimo Mancino (39 anni) e Adolfo Bulgarello (39 anni) per la violazione delle prescrizioni che impongono loro, fra le altre cose, di non entrare in contatto con altri pregiudicati. Sono stati sorpresi dai “Falchi” della sezione Contrasto al crimine diffuso mentre chiacchieravano con fare circospetto all’incrocio con via Mendola.

Così gli agenti della polizia hanno fermato e identificato i due, "gravati da numerosi precedenti penali e di polizia, già condannati per il reato di associazione mafiosa ex articolo 416/bis del codice penale, ed entrambi sottoposti alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno". Una volta emerse chiaramente le violazioni si è proceduto al loro accompagnamento presso gli uffici della questura per le formalità di rito e l’arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento