Cronaca Politeama / Via Francesco Crispi

Arriva al porto dalla Germania, sotto il sedile del furgone una pistola: arrestato

In manette il 40enne Massimiliano Bellavia, originario di Cruillas. Proveniva da Rottweil, dove è emigrato per lavoro per fare il cuoco. Di quell'arma, con matricola abrasa, non ha saputo dare spiegazioni

E’ arrivato al porto di Palermo dopo un viaggio lungo migliaia di chilometri dalla Germania. Quando Massimiliano Bellavia, 40enne originario di Cruillas, è sbarcato i finanzieri lo hanno fermato per un controllo: sotto il sedile del suo furgone c’era una pistola magnum 357 con la matricola abrasa. Nel tascone portaoggetti della portiera centinaia di cartucce. Tutto materiale di cui non avrebbe saputo fornire alcuna spiegazione.

Il giudice per le indagini preliminari Maria Cristina Sala, alla luce di quanto accaduto e delle indagini fino ad ora portate avanti, ha convalidato il suo arresto e ha disposto per lui la misura cautelare della custodia in carcere. Il 40enne è un cuoco in servizio presso un ristorante di una cittadina della Germania sudoccidentale, Rottweil, dove sarebbe emigrato anni fa per cercare lavoro. Sarebbe sceso in questi giorni sostenendo di dover partecipare al matrimonio di un parente.

Proprio durante il lungo viaggio, secondo quanto riferito da Bellavia, qualcuno potrebbe avere nascosto l’arma e i proiettili. Una ricostruzione che però non convincerebbe gli investigatori. Avrebbe preferito affrontare quasi duemila chilometri sul suo furgone invece che prendere l’aereo e sbarcare al Falcone-Borsellino. E lo avrebbe fatto per una ragione, ovvero quella di portare in Germania anche il resto della sua famiglia. A difendere Bellavia l’avvocato Maurilio Panci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva al porto dalla Germania, sotto il sedile del furgone una pistola: arrestato

PalermoToday è in caricamento