Cronaca Altavilla Milicia

Un allaccio abusivo alla rete elettrica per far crescere la marijuana, un arresto ad Altavilla

In manette un uomo di 54 anni accusato di detenzione ai fini di spaccio e furto aggravato. Sequestrata una piccola piantagione con venti "alberelli" di canapa indica alti tra i 150 e 180 centimetri

Venti piante di marijuana e luce a scrocco per alimentare gli impianti di illuminazione e aerazione. I carabinieri di Altavilla Milicia ha arrestato un uomo di 54 anni con l'accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e furto aggravato di energia elettrica. La canapa indica sequestrata è stata inviata ai laboratori del Lass del Comando provinciale per gli accertamenti quantitativi e qualitativi.

Sospettando che l'uomo avesse realizzato una piantagione indoor, i militari dell'Arma hanno perquisito l'appartamento dell'uomo individuando subito le venti piante di canapa, alte tra i 150 e 180 centimetri, piene di infiorescenze. Nel corso dello stesso controllo gli investigatori hanno notato l'allaccio alla rete pubblica che avrebbe consentito all'indagato di far crescere le piante senza spendere nulla in termini di energia elettrica.

L'arresto è stato convalidato dall'autorità giudiziaria di Termini Imerese che ha disposto per il 54enne la misura cautelare dell'obbligo di dimora nel comune di Altavilla Milicia e l’obbligo di firma negli uffici della polizia giudiziaria.

Pochi giorni fa i carabinieri hanno sequestrato a Palermo, nel quartiere Ballarò, una piantagione che era stata realizzata all'interno di una palazzina pericolante. Nonostante si trattasse di un edificio abbandonato i militari hanno notato alcuni segni che mostravano una certa attività all'interno. Dentro infatti sono stati trovati due chili di marijuana, custoditi dentro alcuni sacchi, e 250 piante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un allaccio abusivo alla rete elettrica per far crescere la marijuana, un arresto ad Altavilla
PalermoToday è in caricamento