Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Maxi piantagione di marijuana a Casteldaccia, sequestrate oltre 150 piante: un arresto

In manette un 27enne palermitano che aveva trasformato una villetta apparentemente in disuso in una serra indoor comprensiva di impianti di areazione e illuminazione. Accertato anche l’allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica

La serra scoperta dai carabinieri a Casteldaccia

Esternamente appariva come una villetta in disuso, ma in realtà dentro c’erano 125 piante di marijuana che venivano fatte crescere grazie a condizionatori e lampade con reattori e panelli riflettenti. I carabinieri della stazione Palermo Villagrazia hanno arrestato a Casteldaccia il 27enne Gaetano Di Gregorio con l'accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e furto aggravato. Per lui, dopo gli accertamenti di rito, si sono aperte le porte del carcere di Termini Imerese in attesa del processo.

Le immagini del sequestro | VIDEO

I militari stavano seguendo i movimenti del giovane - conosciuto per i suoi trascorsi - quando sono arrivati in un immobile nella zona della Strada venticinque salme trovando riscontri ai loro sospetti. "La villetta - spiegano dal Comando provinciale - risulta costituita da tre ambienti principali e comunicanti, in due dei quali erano state ricavate altrettante serre dell’estensione di circa 50 metri quadrati dove c'erano 125 piante dell’altezza compresa tra i 100 ed i 130 centimetri circa".

Nella prima camera erano stati installati due condizionatori, un aeratore collegato tramite un condotto fonoassorbente al relativo filtro, 13 lampade dotate di relativi reattori e pannelli riflettenti, un ventilatore e un quadro elettrico munito di sensore di temperatura. Nella stanza accanto erano stati installati un condizionatore completo di unità esterna, un aeratore, nove lampade e due ventilatori con relativo quadro elettrico munito di sensore di temperatura. Il resto della scoperta è stato fatto alle spalle della proprietà, all'interno di una rimessa vicina alla villetta.

"I carabinieri - proseguono dal Comando provinciale - hanno rinvenuto al suo interno un’ulteriore serra artigianale, perfettamente efficiente e funzionante, attrezzata con undici lampade dotate di relativi reattori e pannelli riflettenti, un ventilatore, un quadro elettrico e 66 piante di cannabis indica dell’altezza compresa fra 100 e 130 centimetri. Tutti gli ambienti sono risultati alimentati mediante collegamento diretto alla linea elettrica, così come accertato dal personale tecnico dell’Enel". Sia la villetta che le attrezzatur sono state poste sotto sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi piantagione di marijuana a Casteldaccia, sequestrate oltre 150 piante: un arresto

PalermoToday è in caricamento