rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza Marina

"Ci date solo 50 centesimi?", posteggiatori aggrediscono coppia a piazza Marina

In manette Fadil e Elvis Arizi, padre e figlio kosovari di 33 e 18 anni. Hanno minacciato con un coltello l'automobilista che aveva appena parcheggiato. "Questa è zona nostra, se vuoi lasciare la macchina devi pagare"

Ha dato 50 centesimi al posteggiatore abusivo che in un faccia a faccia gli aveva appena ricordato: "Questa è zona nostra, se vuoi lasciare l’auto devi pagare". Poi si è beccato anche un pugno in faccia. La polizia ha arrestato Fadil e Elvis Arizi, padre e figlio kosovari di 33 e 18 anni, accusati del reato di estorsione aggravata. L’episodio è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato quando una coppia di giovani, dopo diversi giri a vuoto, era riuscita a trovare parcheggio nei pressi di piazza Marina. Fondamentale il passaggio di una volante del commissariato San Lorenzo, che ha visto le due vittime fuggire dal posto e chiedere aiuto.

La coppia era uscita da casa per passare una piacevole serata in centro. Dopo aver cercato vanamente dove posteggiare, i due erano riusciti a trovare uno spazio per lasciare l’auto. Una volta scesi dalla macchina la coppia è stata avvicinata dal 18enne, che con formula concisa e perentoria ha "spiegato" all’automobilista che quella zona fosse sotto il suo controllo e, dunque, a lui avrebbero dovuto dare i soldi per la "concessione" dello posto. Il giovane Arizi, ricevendo 50 centesimi quale pagamento dell’obolo, ha affrontato a muso duro l’automobilista, invitandolo a portare via l’auto.

L'inventore, l'autodidatta e "il cavallino": viaggio nel mondo dei posteggiatori/VIDEO

Durante l’acceso diverbio è arrivato anche il padre del posteggiatore, il 33enne Fadil Arizi, a dare supporto e chiedere chiarimenti alla vittima. Subito dopo l’uomo avrebbe mollato un pugno in faccia all’automobilista, minacciandolo con un coltello a serramanico tra le mani. La coppia, a quel punto, è fuggita dal luogo dell’aggressione riuscendo a richiamare l’attenzione della pattuglia di polizia. Gli agenti hanno raggiunto i due parcheggiatori abusivi, li hanno bloccati e arrestati. In quel frangente i poliziotti sono stati avvicinati da altri due componenti della famiglia Arizi, poi denunciati per i reati di violenza, resistenza, minaccia a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ci date solo 50 centesimi?", posteggiatori aggrediscono coppia a piazza Marina

PalermoToday è in caricamento