Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Giacalone

Via Giacalone, mostra casa all’asta e ci trova un abusivo: un arresto

Un 51enne è stato arrestato per furto aggravato di energia elettrica e denunciato per occupazione abusiva di immobile. A sorprenderlo è stato un avvocato che stava per fare vedere l’abitazione, nei pressi del Massimo, a dei potenziali acquirenti

La foto dell'immobile pubblicata sul sito www.astegiudiziarie.it

“Non aprite quella porta”, a meno che non siate disposti a “fronteggiare” un ospite indesiderato o quantomeno inaspettato. La polizia ha arrestato un uomo di 51 anni, M.B., accusato di furto aggravato di energia elettrica e denunciato per occupazione abusiva di immobile. E’ stato trovato all’interno di un’abitazione vicina al Teatro Massimo, in via Giacalone, dal custode giudiziale che stava mostrando la casa a un possibile acquirente. Il contatore dell’energia elettrica, precedentemente “staccato” dall'Enel, era stato ripristinato pur non indicando alcun consumo.

E’ accaduto ieri intorno all’ora di pranzo, quando l’avvocato Davide Garretto si è presentato all’appuntamento con un potenziale acquirente della casa, con l’asta fissata per il prossimo 6 novembre. Quando ha tentato di inserire la chiave nella serratura, e sentendo rumori provenire dall’interno, si è reso conto che qualcosa non andava al primo piano di quella palazzina e ha lanciato l’allarme alla polizia telefonando al numero d’emergenza “113”.

Sul posto si è portata una volante, intervenuta per fermare l’occupante abusivo e chiedere spiegazioni. L'uomo, con precedenti per furto, ricettazione, rapina e spaccio, si sarebbe giustificato sostenendo che qualcuno prima di lui avesse utilizzato quella casa, disabitata da quando sottratta al suo vecchio proprietario, accennando ai suoi precedenti inquilini abusivi. Il 51enne, arrestato e sottoposto ai domiciliari da un familiare, sarà giudicato con il rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Giacalone, mostra casa all’asta e ci trova un abusivo: un arresto

PalermoToday è in caricamento