rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Monreale

La insulta e la picchia, poi la perseguita: ex fidanzato in carcere per stalking

Vittima una ragazza monrealese, piombata da mesi in un incubo interrotto solo dopo aver trovato il coraggio di denunciare l'accaduto. Dopo le indagini i carabinieri hanno ottenuto per lui un'ordinanza restrittiva

Prima le grida e le liti, degenerate non molto tempo dopo in insulti, minacce e botte. I carabinieri di Monreale hanno arrestato ieri mattina un 28enne palermitano, G.L., accusato di atti persecutori e del reato di stalking ed eseguito nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Per lui si sono aperte le porte del Pagliarelli.

L’intervento dei carabinieri, chiamati in causa dalla stessa vittima sfinita dall’atteggiamento del suo ex fidanzato, è servito a mettere la parola fine su una vicenda che rischiava di minare per sempre la serenità della ragazza. Questa storia infatti andava avanti da alcuni mesi, durante i quali il 28enne non si era rassegnato alla fine della loro relazione.

La denuncia, insieme alle annotazioni redatte nei diversi interventi per sedare le liti tra i due e ai referti medici recuperati nelle strutture sanitarie presso le quali la ragazza era stata costretta ad andare, hanno consentito ai carabinieri di richiedere ed ottenere un’ordinanza restrittiva della libertà personale dello stalker.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La insulta e la picchia, poi la perseguita: ex fidanzato in carcere per stalking

PalermoToday è in caricamento