Viola il divieto di avvicinamento e picchia (di nuovo) la sua famiglia: arrestato a Partinico

In manette è finito un 37enne partinicese che da anni maltrattava i genitori e i fratelli. Dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale: "Ha spintonato i poliziotti intervenuti in soccorso dei parenti dell'aggressore"

Il commissariato di Partinico

Per anni ha picchiato i genitori e i fratelli. Per questo nei confronti di un 37enne partinicese era scattato il divieto di avvicinamento (a meno di 150 metri) al domicilio della sua famiglia. Qualche giorno fa però lo ha violato, è entrato in casa e ha aggredito i suoi parenti che terrorizzati hanno chiamato la polizia. L'uomo è finito in arresto per maltrattamenti, violazione del divieto di avvicinamento e resistenza a pubblico ufficiale.

"Quando i poliziotti sono arrivati sul luogo dell'aggressione - spiegano dalla Questura - hanno sorpreso il partinicese, che è solito abusare di alcool, in stato di alterazione nei pressi del domicilio: facendo una resistenza attiva alla perentoria indicazione di allontanamento dei poliziotti li ha aggrediti e spintonati". L'arresto è stato convalidato dal giudice.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento