Cronaca Brancaccio

Chiede soldi e minaccia i genitori, mamma esasperata chiama la polizia: giovane arrestato

Un ragazzo di 28 anni è stato ammanettato a Brancaccio con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. Su disposizione del pm, visti i precedenti e i passati interventi della polizia, è stato accompagnato in una cella del carcere Pagliarelli

Non sarebbe la prima volta che si scaglia contro i genitori con reazioni violente e insulti o mettendo a soqquadro casa ma questa volta loro stessi, forse temendo il peggio, non hanno potuto fare altro che chiamare la polizia. E’ successo ieri a Brancaccio dove gli agenti hanno arrestato e portato in carcere un ragazzo di 28 anni per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

A contattare il 112 è stata la coppia di coniugi - 60 anni lui e 49 lei - esasperata dopo l’ennesimo episodio. Secondo una prima ricostruzione il figlio avrebbe preteso con prepotenza una somma di denaro per delle spese non meglio precisate. E avrebbe continuato a farlo anche alla presenza dei poliziotti del commissariato Brancaccio intervenuti per riportare la calma e cercare di farlo ragionare.

Anche di fronte al personale in divisa, però, il ragazzo avrebbe continuato a mantenere lo stesso atteggiamento. Tanto da arrivare a strappare e fare in "mille pezzi" alcuni documenti, rimediando anche un’accusa per soppressione di atti ufficiali. Da verificare invece se la richiesta di denaro, in quei termini, possa configurare il reato di estorsione.

Sulla scorta di quanto ricostruito dai poliziotti il pm della Procura di Palermo Giacomo Brandini ha disposto che il 28enne - già seguito dagli specialisti dei servizi per le tossicodipendenze - venisse accompagnato direttamente in un cella del Pagliarelli dove resterà sino all'udienza di convalida davanti al gip.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede soldi e minaccia i genitori, mamma esasperata chiama la polizia: giovane arrestato

PalermoToday è in caricamento