Parcheggio conteso in un residence, prende il martello e colpisce il vicino: arrestato

A Misilmeri un 61enne è finito in manette con l'accusa di tentato omicidio. Si è reso protagonista di un'accesa discussione che in pochi minuti ha rischiato di finire nel peggiore dei modi. Per il "rivale" una frattura all'osso parietale e 30 giorni di prognosi

Il martello utilizzato da Gianforti per colpire il vicino

Litiga con un vicino per il parcheggio, poi tira fuori un martello e lo colpisce con violenza rischiando di ucciderlo. E’ stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio il 61enne palermitano Giuseppe Gianforte che ieri è stato fermato dai carabinieri in via Nazionale, a Misilmeri, dopo aver massacrato di botte un uomo di 59 anni.

Ad allertare i militari sono stati alcuni vicini che hanno visto Gianforte mentre picchiava ripetutamente il suo rivale nonostnte fosse già caduto sotto la raffica di pugni. Quindi sono arrivate alcune pattuglie di Misilmeri e Villabate, gli agenti sono riusciti a immobilizzare l’aggressore e hanno prestato le prime cure alla vittima.

Il 59enne stato trasferito al pronto soccorso del Policlinico con un’ambulanza del 118. I medici del reparto di Neurochirurgia gli hanno riscontrato una frattura con infossamento osseo parietale sinistro da trauma a seguito di aggressione. Per lui una prognosi di 30 giorni. Per Gianforte, invece, si sono aperte le porte del carcere Pagliarelli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento