Ruba un'auto per andare al mare, fuga spericolata a Mondello: arrestato diciottenne

In manette un giovane che aveva forzato un posto di controllo in via Teti. Arrivato in un vicolo cieco ha lasciato il mezzo e scavalcato una recinzione. Una volta rintracciato ha provato a dissimulare e a giustificarsi: "Mi ero perso". Poi la confessione

Pattuglie in moto e auto a Mondello

E' scappato a un posto di controllo e una volta arrivato in un vicolo cieco ha abbandonato l’auto rubata, per andare al mare, sulla quale si trovava. Poi ha scavalcato una recinzione cercando di fare perdere le proprie tracce e infine, dopo essere stato rintracciato dalla polizia, ha provato a fingersi un bagnante che si era smarrito per le strade di Mondello.

A finire in manette ieri pomeriggio è stato un diciottenne della Zisa, accusato dei reati di resistenza a pubblico ufficiale e furto aggravato. L’inseguimento è iniziato in via Teti, intorno ale 16, quando gli agenti del commissariato e del Reparto prevenzione crimine Sicilia hanno intimato l’alt al conducente di un’auto.

Il giovane alla guida, invece di fermarsi, ha premuto il piede sull’acceleratore cercando di fuggire e mettendo a repentaglio l’incolumità di passanti e automobilisti. Manovre spericolate che però "non sono state sufficienti - spiegano dalla Questura ad assicurare al malvivente l’impunità". Il fuggitivo infatti, arrivato in viale Aiace, è stato costretto ad abbandonare il mezzo e a cercare rifugio in un terreno dopo avere scavalcato la recinzione di una proprietà privata. I poliziotti hanno battuto palmo a palmo la zona rintracciando il diciottenne poco dopo mentre camminava a piedi.

"L’argomentazione invocata, quella di essere un bagnante smarritosi per le strade di Mondello ha retto poco. Il giovane - concludono dalla Questura - ha ammesso di essere colui che aveva inscenato la spericolata fuga e di averlo fatto perché era a bordo di un'auto rubata poco prima in piazzale Giotto e subito utilizzata per andare al mare a Mondello". Al termine degli accertamenti la macchina è stata recuperata e riconsegnata al legittimo proprietario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento