Cronaca

"Ha provato a violentare un'operatrice", un arresto in una comunità per giovani migranti

Un diciassettenne gambiano dovrà rispondere del reato di violenza sessuale. Secondo quanto raccontato dalla vittima, che lavora in una struttura che si trova in periferia, sarebbe stata attirata in un seminterrato, trascinata in una stanza e molestata

(foto archivio)

L’ha attirata nel seminterrato, poi l’ha trascinata in un'altra stanza e avrebbe provato a molestarla. La polizia ha arrestato negli scorsi giorni un diciassettenne originario del Gambia con l’accusa di violenza sessuale. La vittima è una delle operatrici che lavorano nel centro di accoglienza per minori non accompagnati che ospitava, fra gli altri, il giovane. L’autorità giudiziaria ha emesso per lui una misura cautelare.

Al tentativo del gambino di metterle le mani addosso, la donna è riuscita a divincolarsi e a ottenere l’aiuto di una collega. "L’episodio - spiegano dalla Questura - ha turbato la convivenza dei numerosi minori stranieri che occupano la comunità che si trova in periferia". Poi l’intervento degli agenti della sezione Reati sessuali e in danno di minori della Squadra Mobile che hanno ascoltato il racconto della donna e ammanettato il giovane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha provato a violentare un'operatrice", un arresto in una comunità per giovani migranti

PalermoToday è in caricamento